martedì 16 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Venezuela conferma il suo ritiro dall’OSA

Caracas, 6 giu (Prensa Latina) Il cancelliere Jorge Arreaza ha confermato oggi il ritiro del Venezuela dall'Organizzazione degli Stati Americani (OSA) per avallare le azioni interventiste promosse dagli Stati Uniti contro la nazione sud-americana. 

 
In una conferenza stampa offerta dalla sede dell’OSA a Washington, Arreaza ha confermato la decisione sovrana del governo bolivariano di abbandonare l’organizzazione, che violenta i principi del Diritto Internazionale Pubblico e della Carta dell’Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU). 
 
Ha spiegato che il ritiro del Venezuela da questo meccanismo multilaterale si concreterà in aprile del 2019, poiché l’anno scorso il presidente della Repubblica, Nicolas Maduro, ha preso la decisione difronte al servilismo dell’OSA agli interessi imperiali, ha pubblicato l’Agenzia Venezuelana di Notizie. 
 
Il ministro di Relazioni Estere ha fatto riferimento alla partecipazione del Venezuela nel 48º periodo ordinario di sessioni dell’Assemblea Generale dell’OSA, dove gli Stati Uniti hanno impulsato un documento con la pretesa di ottenere la sospensione del Venezuela, benché la manovra ottenesse 19 dei 24 voti necessari per concretare questa pretesa. 
 
Ha segnalato che le autorità statunitensi hanno cercato di imporre la risoluzione contro Venezuela al di sopra della Carta costitutiva dell’organizzazione, e della Carta Democratica Interamericana. 
 
Ha inoltre ripudiato la posizione assunta dal segretario generale dell’OSA, Luis Almagro, denunciando le azioni interventiste ed aggressioni perpetrate da parte del funzionario, con l’obiettivo di distruggere il progetto bolivariano. 
 
Il cancelliere del Venezuela ha confermato la disposizione del governo venezuelano di sostenere un dialogo con gli Stati Uniti, sulla base del rispetto alla sovranità ed all’autodeterminazione della nazione sud-americana, ed ha affermato che è sicuro che molti congressisti statunitensi sono favorevoli a questa possibilità. 
 
In tale senso, Arreaza ha sostenuto questo mercoledì una riunione col presidente del Comitato di Relazioni Estere del Senato nordamericano, Bob Corker, dentro il processo di dialogo spinto dal presidente della Repubblica, Nicolas Maduro. 
 
“Dobbiamo aprire gli spazi del dialogo sulla base del rispetto mutuo”, ha indicato Arreaza attraverso la rete sociale Twitter, dove ha divulgato le foto dell’incontro. 
 
Il 25 maggio scorso, Corker ha partecipato ad una riunione col capo di Stato venezuelano, Nicolas Maduro, nel Palazzo di Miraflores (sede del governo), a Caracas, in uno sforzo per ristabilire le relazioni bilaterali ed appoggiare la diplomazia di pace. 
 
Inoltre, Arreaza ha insistito sulla volontà del Venezuela di compiere i suoi impegni internazionali, nonostante la persecuzione, blocco ed attacchi economici imposti dal governo degli Stati Uniti e dai suoi alleati nel continente americano e dall’Unione Europea. 
 
Ig/wup 

 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE