mercoledì 17 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

L’ONU riconosce i progressi latinoamericani in materia di accessibilità

Nazioni Unite, 15 giu (Prensa Latina) L'inviato speciale del Segretario generale delle Nazioni Unite per la disabilità e accessibilità, Maria Soledad Cisternas, ha riconosciuto i progressi in materia in America Latina e nei Caraibi, anche se esistono, tuttavia, questioni sospese.

Come dichiarato a Prensa Latina, la maggior parte dei paesi latinoamericani ha prontamente ratificato la “Convenzione sui diritti delle persone con disabilità” e sono stati fatti già grandi progressi circa l’accessibilità.

I progressi riguardano anche l’informazione, la comunicazione, i trasporti, i beni e i servizi, i prodotti e le procedure, ha sottolineato.

E’ innegabile che c’è stata una svolta e, per esempio, in alcuni luoghi, come l’America Centrale e Caraibi esiste oggi un ramo molto interessante chiamato il turismo accessibile, ha spiegato.

Anche se c’è ancora molto da fare, ha aggiunto, la maggior parte delle legislazioni della regione riconosce l’accessibilità come un obbligo e gli Stati si muovono concretamente in tal senso.

Cisternas ha affermato che la società civile è molto forte, è consapevole dei propri diritti e protesta quando si evidenziano situazioni inaccessibilità, spesso attraverso azioni giudiziarie.

Nonostante ciò, ci sono questioni in sospeso, come riconosciuto nel dibattito generale della Conferenza degli Stati Parte alla Convenzione sui Diritti delle Persone con Disabilità, svoltosi in settimana presso la sede delle Nazioni Unite a New York.

Per questo motivo, è importante garantire che il tema dell’accessibilità sia incluso nelle legislazioni e che siano dettate regole specifiche, ha affermato Cisternas.

Inoltre, ha ricordato che con l’adozione, nel 2015, dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile, l’obiettivo 11 si riferisce appunto alla creazione di città sicure, sostenibili, resilienti e inclusive e, naturalmente, è presente l’accessibilità.

Dobbiamo lavorare tutti insieme per l’accessibilità: stati, società civile, settore privato… ciascuno con le proprie idee, esperienze e buone pratiche, ha affermato.

Recentemente, il Segretario Generale dell’ONU, Antonio Guterres, si è impegnato ad approfondire all’interno dell’organizzazione il tema dell’accessibilità e del rispetto dei diritti umani delle persone con disabilità, per affrontare la materia in modo trasversale in tutti i settori.

mb/ifb

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE