domenica 14 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Pepe Mujica visiterà questo giovedì Lula da Silva

Brasilia, 20 giu (Prensa Latina) Josè ”Pepe” Mujica, ex presidente dell'Uruguay visiterà domani giovedì l'ex mandatario brasiliano Luiz Inacio Lula da Silva, prigioniero politico da più di due mesi a Curitiba. 

 
La visita di Mujica, che vuole appoggiare la democrazia brasiliana, la libertà dell’ex governante ed il suo diritto ad essere candidato nelle elezioni di ottobre prossimo, “rinforza il prestigio internazionale di Lula e la sua forza simbolica nello scenario latinoamericano”, ha affermato. 
 
Tra gli altri temi, gli ex presidenti dovrebbero parlare della Coppa Mondiale di Calcio, uno sport del quale entrambi sono tifosi. 
 
L’invito per visitare Lula ed i partecipanti nella veglia democratica che è permanente nelle vicinanze della Sovrintendenza della Polizia Federale (PF) a Curitiba dal 7 aprile, quando è stato imprigionato il fondatore del Partito dei Lavoratori (PT), gli è stato consegnato da Manuela D’Avila. 
 
La pre-candidata presidenziale per il Partito Comunista del Brasile (PCdoB) è andata a Montevideo per spiegare la situazione di Lula, perseguito giudizialmente col proposito di escluderlo dalla prossima campagna elettorale. 
 
In marzo scorso, Mujica si è incontrato con Lula nella località confinante di Santana do Livramento, all’inizio della quarta tappa della carovana con cui il leader storico del PT ha cominciato a percorrere Brasile per constatare il rifiuto delle conseguenze di due anni di governo di Michel Temer. 
 
In un dialogo pubblico, del quale ha anche preso parte la deposta mandataria costituzionale Dilma Rousseff, Mujica ha enfatizzato che “in America Latina dobbiamo imparare che senza unità non esiste il vero potere e che nessuno ha la verità assoluta.” 
 
La sinistra che si è dedicata a lottare molto contro se stessa più che ad affrontare la destra, ha anche commesso molti errori e si sbaglia, e “non vogliamo capire che le sconfitte sono figlie delle sue divisioni”, ha sentenziato. 
 
Lula, da parte sua, ha commentato che prima degli anni 2000 e fino al 2014 non c’era mai stata tanta politica sociale in America Latina. “Abbiamo visto avanzare il continente in modo straordinario ed inoltre abbiamo creato un modo di fare politica che ha incominciato a scomodare gli Stati Uniti.” 
 
Ha anche affermato che, secondo lui, la gran novità del XXI secolo sono i golpe di nuovo tipo che si sviluppano attraverso un’azione giudiziale, criminalizzano le persone, trasformano le verità in bugie con l’appoggio dei mass media e distruggono il Potere Legislativo epurando, senza ragione, i presidenti legittimamente eletti. 
 
Dirigendosi personalmente a Mujica, Lula ha anche affermato di avere la certezza che se le elezioni del prossimo mese di ottobre (dove tutte le inchieste di intenzione di voto lo situano come favorito) saranno normali, “avremo il piacere di vedere il Partito dei Lavoratori (PT) tornare a governare.” 
 
Ig/mpm

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE