lunedì 15 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Partito socialista del Venezuela ripudia le sanzioni dell’Unione Europea

Caracas, 25 giu (Prensa Latina) Le sanzioni imposte dall'Unione Europea (UE) contro Venezuela attentano alla pace e pretendono bloccare il paese, ha indicato oggi il membro della direzione nazionale del Partito Socialista Unito del Venezuela (PSUV), Hector Rodriguez. 

 
Il vicepresidente regionale del PSUV per gli stati di Anzuategui e Miranda in dichiarazioni alla stampa ha segnalato che questi attacchi sono auspicati dall’opposizione per causare danno al paese ed al suo popolo, contemporaneamente si è chiesto “è questa l’opposizione che meritiamo?”. 
 
Rodriguez ha enfatizzato che i settori avversi alla Rivoluzione bolivariana “devono capire che quando chiedono sanzioni stanno colpendo l’uomo e la donna del popolo, i servizi, Venezuela ha bisogno di un’opposizione responsabile che non sacrifichi il popolo per il suo interesse personale”. 
 
L’anche governatore dello stato di Miranda ha esortato i gruppi di potere imperiale come il governo degli Stati Uniti e quelli dell’UE a lasciare indietro “l’ipocrisia”, poiché secondo lui “non è la pace, né la democrazia, né la sovranità del popolo quello che cercano, bensì iniziare un’invasione, come è accaduto in Libia ed in Iraq”. 
 
Ha manifestato che all’imperialismo non interessa la pace e democrazia del paese sud-americano, ed ha esortato i venezuelani a continuare verso il dialogo, l’unione, senza aspettarsi niente dalla dirigenza oppositrice, per uscire dalle difficoltà, come è successo in altre opportunità. 
 
A nome della direzione nazionale del PSUV, Rodriguez ha enfatizzato che Venezuela vuole relazioni di dialogo e pace con Europa e Stati Uniti, “ma non ci inginocchieremo mai!”, ha sentenziato. 
 
L’Unione Europea oggi ha approvato nuove sanzioni coercitive contro 11 funzionari ed altri poteri statali di questa nazione sud-americana, tra i quali si aggiungono la vicepresidentessa Esecutiva della Repubblica, Delcy Rodriguez, ed il vicepresidente per l’Area Economica, Tareck El Aissami. 
 
Il Governo bolivariano ha condannato in un comunicato della Cancelleria la subordinazione spaventosa dell’Unione Europea all’amministrazione del presidente statunitense, Donald Trump, emulando le sue azioni di aggressione contro Venezuela, progettate dai suoi settori più estremisti e guerrafondai. 
 
Ig/odf

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE