giovedì 25 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Confidano nella vittoria di Lopez Obrador in Messico

Messico, 26 giu (Prensa Latina) Quando rimane, a partire da oggi, solo un giorno di campagna per le elezioni del 1º luglio, le cose non sono cambiate ed Andres Manuel Lopez Obrador si profila come il prossimo presidente del Messico, ha assicurato uno dei suoi principali collaboratori. 

 
Così ha detto a Prensa Latina l’imprenditore Alfonso Romo, a carico della coordinazione del Piano Nazionale 2018-2024 del candidato, che lo nominerà responsabile dell’Ufficio Presidenziale in caso di vincere le presidenziali. 
 
L’affermazione è stata fatta in un incontro con corrispondenti stranieri, prima che si sapessero i risultati dell’inchiesta del Gruppo Mitofsky, i cui dati affermano che Lopez Obrador continua a crescere ed oggi ha il 48,1% dell’intenzione effettiva del voto. 
 
Il dato mette in dubbio la chiamata al suffragio utile di Ricardo Anaya, appoggiato dai partiti divisi di Azione Nazionale, della Rivoluzione Democratica, e del Movimento Cittadino. 
 
Anche il richiamo del voto responsabile di Josè Antonio Meade, candidato governativo per i partiti Rivoluzionario Istituzionale (PRI, nel governo), Verde ed Alleanza Nazionale, che risulta essere al terzo posto, secondo l’inchiesta. 
 
Lo svantaggio di Meade, ex segretario di portafogli come quelli di Energia, Sviluppo Sociale, Finanze e Relazioni Estere, potrebbe rimontare grazie al macchinario del suo partito, quello che ha governato il paese per più tempo. 
 
In qualche modo, il Movimento di Rigenerazione Nazionale (Morena), fondato da Lopez Obrador, ed il più giovane nel registro nazionale tra i partiti politici che danno vita alla campagna nazionale in Messico, sarà il gran vincitore, benché potrebbe essere in svantaggio nella difesa del voto in alcuni collegi elettorali del paese. 
 
Ig/ool
 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE