sabato 13 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Israele inizia i preparativi per demolire villaggio palestinese

Ramallah, 4 lug (Prensa Latina) La polizia israeliana ha attaccato attivisti e residenti nel villaggio beduino di Khan al-Ahmar, in Cisgiordania,che protestavano contro l’imminente demolizione dell'insediamento da parte delle forze di TelAviv.

I primi bulldozer israeliani sono arrivati, nella mattinata di oggi, come parte dei lavori per la costruzione del cosiddetto Corridoio E1, che collegherà Gerusalemme con l’insediamento ebraico di MaaleAdumim.

L’agenzia di stampa palestinese Maan ha diffuso video e foto che riprendono i poliziotti israeliani mentre aggrediscono la popolazione civile che, da giorni, cerca d’impedire la demolizione di Khan al-Ahmar, dove vivono 181 persone, di cui più della metà sono bambini.

Numerosi attivisti, in segno di protesta, si sono piazzati davanti ai bulldozer per bloccare i loro movimenti, mentre altri si rivolgevanoai soldati israeliani.

Nella giornata di ieri, il villaggio Khan al-Ahmar, nell’ambito del programma di demolizione, condannato dalla comunità internazionale, è stato dichiarato zona militare interdetta.

Il Corridoio E1 causerà la distruzione di 46 villaggi beduini in Cisgiordania, ha denunciato SalehRaafat, membro del Comitato Direttivo dell’Organizzazione per la Liberazione della Palestina.

In un’intervista concessa a radio “Voce della Palestina”, Raafatha dichiarato che l’obiettivo di Tel Aviv è dividere le zone controllate dal governo palestinese in Cisgiordania e giudaizzare Gerusalemme.

Un comunicato del Ministero degli Affari Esteri palestinese, sempre nella giornata di ieri, ha denunciato la “pulizia etnica da parte delle autorità di occupazione”in questi territori.

Colpevole di questo crimine è direttamente il governo di Benjamin Netanyahu, sottolinea la nota diffusa tre giorni dopo la decisione della Corte Suprema d’Israele di dare il via libera alla demolizione.

Allo stesso tempo, il Ministero degli Esteri ha criticato il piano di giudaizzazione di Gerusalemme Est e della Valle del Giordano, con la creazione di una rete di strade che collegano i quartieri con la città per eliminare la possibilità di comunicazione tra le diverse zone della Cisgiordania.

mb/rob

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE