martedì 23 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Convocano a camminata per la pace e per la sicurezza in Nicaragua

Managua, 6 lug (Prensa Latina) I nicaraguensi sono stati convocati oggi ad accompagnare una camminata per la pace e per la sicurezza del paese, in difesa dei risultati ottenuti dal governo sandinista che insiste nella riconciliazione nazionale, di fronte all'odio promosso dall'opposizione. 

 
D’accordo col portale ufficiale El 19 Digital, la camminata si realizzerà questo sabato a partire dalle 15:00, ora locale, dall’emblematica Piazza delle Vittorie nella capitale, scenario di diverse attività in appoggio al sandinismo durante l’ultima decade. 
 
“Le famiglie sandiniste avremo, un’altra volta, l’opportunità di dimostrare che l’amore, la riconciliazione ed il lavoro è parte della nostra cultura, una cultura che ignora l’odio, che ignora la paura e che ci motiva sempre verso l’amore”, afferma il testo della convocazione. 
 
Mentre, il paese riprende in maniera graduale le attività produttive, economiche, sociali e culturali in mezzo agli eccessi causati da settori oppositori che pretendono avere il controllo delle strade mediante sbarre, blocchi, boicottaggi e manifestazioni, che normalmente finiscono nella violenza. 
 
Per questo la chiamata Alleanza Civica per la Giustizia e la Democrazia (di opposizione) ha preparato un piano di attività, mediante il quale -secondo quanto ha affermato – pretende che i suoi seguaci continuino sulle strade chiedendo quello che loro denominano “giustizia e democratizzazione”.    
 
Così, l’Alleanza ha convocato una marcia sempre per domani, tre giorni dopo avere realizzato un sit-in nella capitale con lo stesso fine, azioni che secondo esperti, politici ed osservatori fanno parte di una strategia concepita per abbattere il governo mediante la rottura istituzionale. 
 
Nonostante, ogni giorno sono di più le voci dentro e fuori dal paese che esigono una soluzione pacifica alla crisi sociopolitica che vive il paese dal 18 aprile. 
 
Nicaragua, fino a poco più di due mesi fa, era considerato uno dei paesi più sicuri e stabili dell’orbe, a dispetto di essere situato in una delle regioni di maggiore incidenza delinquenziale a livello globale. 
 
Tuttavia, a causa dell’esplosione della crisi aizzata ed alimentata da gruppi dell’estrema destra, sono incominciate ad affiorare nella nazione delitti e crimini con elevati livelli di atrocità, sconosciuti fino ad allora in questo territorio. 
 
Ig/acl 
 
 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE