sabato 13 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Cuba, si dialoga sul modello di stampa necessario per il socialismo

L'Avana, 14 lug (Prensa Latina) I delegati del X Congresso dell'Unione dei Giornalisti di Cuba (UPEC) dialogheranno, oggi nella capitale, sul modello di stampa necessario per il socialismo.

Questo sarà il principale dibattitoin programma per l’ultimo giorno del Congresso, dedicato al leader storico della Rivoluzione cubana, Fidel Castro, al 55° anniversario dell’UPEC (fondata il 15 luglio 1963) e ad Antonio Moltó, presidente dell’associazione scomparso nell’agosto 2017.

Nella giornata di ieri, gli iscritti hanno discusso sul contributo del giornalismo cubano all’attuazione della nuova Politica di Comunicazione.

Nel presentare l’argomento, il membro del Comitato Nazionale dell’UPEC Raul Garces ha citato alcune delle sfide del processo, tra cui la gestione, l’innovazione e la credibilità nei media.

Garces, che è anche preside della Facoltà di Comunicazione dell’Università dell’Avana, ha ricordato ai presenti che un insieme di obiettivi e principi “non risolve magicamente problemi che, a volte, si sono accumulati storicamente e con un sedimento culturale”.

Tuttavia, ha affermato che “nel caso di Cuba, nel mezzo di tutte le minacce passate e presenti, è l’opportunità di dare al socialismo un volto moderno, partecipativo, innovativo e irrevocabilmente democratico”.

Secondo Marino Murillo, membro dell’Ufficio Politico del Comitato Centrale del Partito Comunista di Cuba e che ha accompagnato i giornalisti nei loro dibattiti, non sarà facile mettere in pratica tutti gli elementi delle direttive approvate.

Tra gli altri punti, ha fatto riferimento alla difficoltà di misurare gli indicatori di applicazione. Se non siamo chiari, l’attuazione potrebbe subire ritardi, ha detto.

Inoltre, ha fatto riferimento alla rilevanza di condurre un processo di formazione e informazione sulla Politica di Comunicazione in tutte le istituzioni statali.

Nella giornata di ieri, i giornalisti hanno discusso anche delle modifiche al regolamento dell’UEPC e al suo Codice Etico, approvando che l’analisi di quest’ultimo venga realizzato dalle delegazioni di base per guidare poi l’applicazione da parte del Comitato Nazionale.

I giornalisti hanno eletto il presidente dell’associazione di categoria ed hanno espresso le loro opinioni su temi quali i diritti e i doveri, il lavoro giornalistico e le garanzie per un esercizio effettivo della professione.

mb/tgp/cvl

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE