domenica 21 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Cuba, la cittadinanza nella riforma costituzionale

L'Avana, 8 ago (Prensa Latina) Il progetto della nuova Costituzione rappresenta una riforma totale di quella attuale, vigente dal 1976, e tra i temi oggetto di modifiche c’è anche quello della cittadinanza.

La legge fondamentale attuale non prevede la doppia cittadinanza, mentre il progetto, che sarà sottoposto alla consultazione popolare dal 13 agosto al 15 novembre, introduce il principio di cittadinanza effettiva.

La Costituzione vigente, all’articolo 32, specifica: “Non è ammessa la doppia cittadinanza. Di conseguenza, l’acquisto di una cittadinanza straniera comporterà la perdita di quella cubana (…)”.

Il nuovo testo, approvato lo scorso 22 luglio dall’Assemblea Nazionale del Potere Popolare,invece, prevede che: “I cittadini cubani nel territorio nazionale sono regolati da tale condizione, nei termini stabiliti dalla legge, e non possono fare uso di una cittadinanza straniera”.

Commentando la questione, il direttore degli Affari Consolari e Cubani Residenti all’Estero (Daccre) del ministero degli Esteri, Ernesto Soberon, ha spiegato, nel corso di una conferenza stampa, che la cittadinanza effettiva costituisce un principio di diritto e non una norma giuridica.

Secondo il funzionario, c’è bisogno di includerlo nella Costituzione, affinché, successivamente, sia riportato nelle leggi corrispondenti.

I cambiamenti fondamentali proposti riguardano l’aspetto che l’acquisizione di una nuova cittadinanza non comporta la perdita di quella cubana e che, nel territorio nazionale, il cittadino cubano è soggetto a tale condizione e non potrà fare uso della cittadinanza straniera, ha spiegato.

Come illustrato da Soberon, con il nuovo testo, il cittadino cubano che vuole viaggiare all’estero o dall’estero verso l’isola dovrà farlo con il passaporto cubano.

Alla fine della consultazione popolare, che durerà fino al 15 novembre, il testo tornerà in Assemblea Nazionale con le proposte, in vista della redazione definitiva della Costituzione che sarà sottoposta, poi, a referendum confermativo.

mb/wmr

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE