martedì 23 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Denunciano veto alla partecipazione siriana nella peregrinazione a La Mecca

Damasco, 21 ago (Prensa Latina) Il ministro dei Temi Religiosi (Awqaf), Mohammad Abdul Sattar Al-Sayyed, ha denunciato oggi il veto dell'Arabia Saudita alla partecipazione dei siriani nel tradizionale pellegrinaggio a La Mecca. 

 
Per il sesto anno consecutivo è proibito ai siriani effettuare il rituale della peregrinazione alla sacra La Mecca per un’ingiusta decisione politica del regime dell’Arabia Saudita, ha denunciato. 
 
In un’allocuzione televisiva con motivo di Eid Al-Adha – la festa musulmana del sacrificio – il ministro Al-Sayyed ha affermato che “il popolo siriano, col suo forte patriottismo, è capace di superare le contrarietà e frustrare qualunque complotto che pretende destabilizzare e distruggere il suo paese”. 
 
Ha affermato che Eid Al-Adha è una festa che simbolizza il sacrificio, la pazienza, la resistenza e la fede; e questo anno coincide con le vittorie numerose dell’Esercito Arabo Siriano contro il terrorismo e gli aggressori. 
 
Dal 2012, quando l’Arabia Saudita ha rotto le relazioni con Siria e l’ha espulsa dalla Lega Araba, i siriani hanno dovuto compiere requisiti mai prima applicati, tra loro quello di sollecitare visti per partecipare alla peregrinazione attraverso paesi terzi. 
 
Il pellegrinaggio alla città sacra di La Mecca è un diritto di ogni musulmano e fa parte dei cinque pilastri dell’Islam: la professione di fede, la preghiera, la carità ed il digiuno. 
 
Siria ha denunciato tale misura in maniera reiterata ed ha segnalato che è politicizzata ed inclusa come una pressione, parte del blocco feroce commerciale ed economico e della guerra imposta a questa nazione. 
 
Ig/pgh

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE