venerdì 19 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Annunciano in Brasile seconda edizione del Festival Lula Libero

Brasilia, 27 ago (Prensa Latina) Oggi hanno annunciato che la seconda edizione del Festival Lula Libero avrà luogo la prossima domenica nel viale Paulista, della popolosa urbe brasiliana di Sao Paulo. 

 
L’incontro culturale che sarà replicato in seguito in altre capitali statali del paese, fa parte del programma di lotta che ha organizzato, durante la campagna elettorale, il Fronte Brasile Popolare, che agglutina ad oltre 80 movimenti sociali. 
 
Ci sarà anche una programmazione di atti per il festiva del 7 settembre, quando si commemora il giorno dell’indipendenza del Brasile, ha anticipato il coordinatore nazionale del Movimento dei Lavoratori Rurali Senza Terra, Joao Pedro Stedile. 
 
È il giorno dell’indipendenza politica del nostro paese e, pertanto, appartiene a tutto il popolo brasiliano, ha sottolineato Stedile ed ha sollecitato di mobilitarsi nel tempo più rapido possibile. 
 
Il primo Festival Lula Libero si è svolto il 28 luglio scorso negli storici Arcos de Lapa, a Rio de Janeiro, dove si sono riunite più di 60 mila persone per reclamare la libertà dell’ex presidente, prigioniero politico dal passato 7 aprile nella città di Curitiba. 
 
Abbiamo ancora molto da festeggiare. L’allegria, la libertà e la giustizia di un popolo che non ha paura e che non si arrende, ha scritto in una lettera in quell’occasione il fondatore e leader storico del Partito dei Lavoratori del Brasile, Luiz Inacio Lula da Silva. 
 
Le prime parole di Lula sono state per ringraziare per la solidarietà di tutti i presenti all’incontro e ricordare quante volte, mentre la società tace davanti alle assurdità, sono stati i musicisti, gli scrittori, i cineasti, gli attori, i drammaturghi, i ballerini, gli artisti plastici, i cantanti ed i poeti che hanno dato la forza per continuare a lottare. 
 
Esigere e difendere la libertà immediata di Lula e chiedere il ritorno del paese alla normalità democratica, sono i principali propositi del festival, convocato dal musicista, drammaturgo e scrittore Chico Buarque, dal cantante e compositore Martinho da Vila, e dal riconosciuto cantautore Gilberto Gil. 
 
Ig/mpm

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE