venerdì 12 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Evo Morales condanna annullamento della candidatura di Lula in Brasile

La Paz, 1º set (Prensa Latina) Il presidente della Bolivia, Evo Morales, ha condannato oggi il rifiuto del Tribunale Superiore Elettorale (TSE) del Brasile alla candidatura di Luiz Inacio Lula da Silva, considerandolo un attentato contro la democrazia nel gigante sud-americano. 

 
“Il Tribunale Elettorale del Brasile ha respinto la candidatura alla presidenza del fratello Lula, nonostante sia il leader di tutte le inchieste di preferenza elettorale”. “Respingiamo questa decisione perché attenta alla democrazia ed alla volontà del popolo brasiliano”, ha scritto il mandatario nel suo account di Twitter. 
 
Ieri, il TSE ha annunciato questa decisione, con l’argomento che pesa su di lui una condanna in seconda istanza. 
 
Il Partito dei Lavoratori ha condannato l’esistenza in Brasile di “un sistema legale per i potenti borghesi ed un sistema di eccezione per il cittadino Lula”. 
 
In un comunicato, questa organizzazione ha confermato il leader delle inchieste elettorali come la sua opzione presidenziale ed ha affermato che continuerà lottando a tutti i costi per garantire la sua candidatura nelle elezioni del 7 ottobre. 
 
Inoltre, ha respinto la mozione del TSE che va contro la volontà di buona parte dell’elettorato brasiliano e di quanto esposto dal Comitato dei diritti umani dell’Organizzazione delle Nazioni Unite. 
 
È un annullamento politico, basato sulle falsità e totalmente arbitrario, come si faceva ai tempi della dittatura, ha concluso il testo. 
 
Ig/vdf

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE