sabato 13 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Gli USA cancellano l’accordo del 1955 con Iran dopo sentenza de L’Aia

Washington, 3 ott (Prensa Latina) Il segretario di Stato statunitense, Mike Pompeo, ha annunciato oggi la cancellazione del Trattato di Amicizia del 1955 con Iran, dopo che la Corte Internazionale di Giustizia (CIJ) ha ordinato a Washington di togliere parte delle sanzioni contro questo paese. 

 
“In luglio, Iran ha portato un caso senza fondamento alla CIJ con accuse che gli Stati Uniti hanno violato l’accordo del 1955 -che regola le relazioni economiche e consolari tra i due paesi -”, ha affermato Pompeo in una conferenza stampa. 
 
Secondo il titolare, tentando di evitare la nuova imposizione di sanzioni dopo la decisione del presidente Donald Trump di abbandonare l’accordo nucleare del 2015, la nazione iraniana pretende “interferire col diritto sovrano degli Stati Uniti di svolgere azioni necessarie per proteggere la loro sicurezza nazionale”. 
 
Il capo della diplomazia statunitense ha aggiunto che Teheran abusa dell’organo giudiziale con sede a L’Aia, “con fini politici e di propaganda”, ed ha sostenuto che il meccanismo del 1955 doveva essere stato interrotto quattro decadi fa. 
 
Secondo Pompeo, il caso dell’Iran non esiste, malgrado il tribunale, la cui giurisdizione è stata respinta da Trump, ha dato la ragione all’Iran, in forma parziale, nella sua denuncia. 
 
La CIJ ha concluso, in forma unanime, che “l’acquisizione di materiale medico, medicine e beni relazionati con la sicurezza della popolazione civile” da parte dell’Iran sono dei diritti che potrebbero essere coperti dal trattato del 1955. 
 
Pertanto, i giudici hanno determinato che nelle sue sanzioni Washington non può includere l’esportazione di prodotti medici, alimentari, agricoli e strumenti imprescindibili per la sicurezza dei voli civili. 
 
Ig/mar 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE