mercoledì 17 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Venezuela denuncia guerra mediatica attraverso fake news

Caracas, 3 ott (Prensa Latina) La circolazione di fake news ha provocato una guerra mediatica contro Venezuela ed ha contribuito all'incremento di manifestazioni di xenofobia verso i cittadini di questo paese in nazioni come Colombia e Perù, ha affermato oggi il vice cancelliere, William Castillo. 

 
Castillo ha segnalato che la politica informativa di diverse aziende della comunicazione è quella di distorcere la realtà sulla congiuntura migratoria, fatto che pregiudica i venezuelani radicati in paesi come Colombia, Ecuador o Perù. 
 
Con l’obiettivo di smontare la campagna dei mezzi di comunicazione internazionali, si è sviluppata questo mercoledì la conferenza “Mass media: verità e bugie nella guerra mediatica contro Venezuela”, nella sede principale del Ministero di Relazioni Estere. 
 
Il viceministro ha spiegato che uno studio dell’Organizzazione Internazionale delle Migrazioni (OIM) ha scoperto più entrate di stranieri provenienti dall’Argentina, dal Brasile, dal Cile, dalla Repubblica Dominicana, dalla Colombia e dal Perù verso Venezuela che di venezuelani verso queste nazioni, ha affermato la Cancelleria in una nota di stampa. 
 
Le autorità di Caracas hanno denunciato in reiterate occasioni la campagna politica, diplomatica e mediatica promossa contro questo paese, in questione rispetto al tema migratorio, col fine di creare un espediente di crisi umanitaria per giustificare un intervento straniero. 
 
Il Governo del Venezuela ha attivato il piano “Ritorno alla Patria”, con l’obiettivo di facilitare il rimpatrio di migliaia di connazionali in condizioni di vulnerabilità in nazioni di accoglienza come Colombia, Ecuador, Perù, Brasile, Argentina, tra gli altri. 
 
Ig/wup

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE