martedì 23 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Denunciano all’ONU attacco del gruppo diretto dagli USA contro i siriani

Nazioni Unite, 17 ott (Prensa Latina) I rappresentanti della Russia e della Siria hanno denunciato all'ONU il recente attacco della coalizione diretta dagli Stati Uniti contro i civili del paese levantino, nel quale hanno utilizzato fosforo bianco. 

 
Intervenendo nel Consiglio di Sicurezza dell’ONU, l’ambasciatore russo presso l’organismo multilaterale, Vassily Nebenzia, ha ricordato che ci sono civili morti come risultato di questi attacchi nella città siriana di Hayin. 
 
Inoltre, ha condannato l’uso delle armi che contengono fosforo, che sono proibite dalle leggi internazionali. 
 
Da parte sua, il rappresentante permanente siriano presso l’ONU, Bashar Al Jaafari, ha segnalato che la coalizione illegale diretta dagli Stati Uniti ha commesso molti crimini contro i civili: il più recente successo solo alcuni giorni fa, ad Hayin, dove hanno utilizzato armi con fosforo bianco. 
 
“Questa coalizione che occupa il territorio siriano illegalmente ha seminato il caos, la distruzione e la devastazione, ed offre aiuto ad elementi terroristici dell’Isis, permettendogli di muoversi nelle zone che controllano”, ha denunciato. 
 
Per questo motivo, ha aggiunto, il governo di Damasco deve evitare che tali forze di occupazione distruggano i piani per mantenere l’integrità e la sovranità siriana. 
 
In seguito, ha denunciato la creazione del Gruppo di Bruxelles ed il chiamato Small Group (Piccolo Gruppo) che non hanno legittimità per mediare nel processo politico e sono stati creati al margine del mandato del Consiglio di Sicurezza. 
 
Siria non riconosce inoltre nessuna indicazione di pace della quale non sia stata parte, le confabulazioni di questi gruppi risultano controproducenti perché sono formati da nazioni che “hanno appoggiato la guerra del terrore contro Siria negli ultimi sette anni”, ha assicurato. 
 
Ultimamente, all’ONU si sono realizzate riunioni di ogni tipo con propositi ampollosi sulla Siria, centinaia di incontri sul tema in differenti formati, ma poche azioni, ha denunciato. 
 
Ora presenziamo ad un nuovo capitolo di questa politica di distorsione: dopo gli sviluppi ottenuti nel processo dei dialoghi di Astanà, alcuni paesi si sono riuniti per creare gruppi al margine del Consiglio di Sicurezza dell’ONU, ha affermato. 
 
Al rispetto, ha esatto una posizione chiara al Consiglio di Sicurezza, che dovrebbe respingere tali azioni, ha concluso. 
 
Ig/ifb

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE