sabato 20 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Ripudiano in Brasile le dichiarazioni del figlio del candidato di estrema destra

Brasilia 22 ott (Prensa Latina) Il giudice Celso de Melo, del Tribunale Supremo Federale (TSF) del Brasile, ha definito come inconseguente e golpista il deputato Eduardo Bolsonaro, figlio del candidato presidenziale de estrema destra, Jair Bolsonaro. 

 
In una lettera diretta al quotidiano Folha de Sao Paulo, il magistrato ha condannato recenti minacce del legislatore contro il TSF ed ha affermato che le sue parole hanno una visione autoritaria e compromettono l’ordine democratico. 
 
“Se vuoi chiudere il TSF non c’è bisogno di inviare una jeep, basta inviare un caporale ed un soldato, e con questo non voglio togliere nessun merito al caporale ed al soldato”, ha detto il parlamentare essendo consultato su quale sarebbe stata la reazione dei militari in caso che la candidatura di suo padre venga impugnata. 
 
Le sue dichiarazioni sono state ripudiate da numerosi politici e personalità brasiliane. 
 
“Tutti i giudici onorano la toga e non si lasciano intimorire da una manifestazione qualsiasi”, ha detto la presidentessa del TSF, la giudice Rosa Weber. 
 
Da parte sua, l’ex presidente brasiliano Fernando Henrique Cardoso (1995-2002) ha fatto notare che le dichiarazioni del deputato “hanno oltrepassato il limite, puzzano di fascismo.” 
 
Eduardo Bolsonaro è stato eletto nuovamente come deputato federale dello stato di Sao Paulo nei suffragi del 7 ottobre, dove suo padre, un ex capitano dell’esercito, ha ottenuto il primo posto per la presidenza e dovrà affrontarsi in un secondo turno la prossima domenica contro Fernando Haddad, del Partito dei Lavoratori. 
 
“Queste persone sono una milizia. Jair Bolsonaro non è un candidato a presidente, è un capo militare”, ha detto Haddad dopo le minacce del legislatore di chiudere il Tribunale Supremo Federale. 
 
Ig/car 
 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE