mercoledì 17 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Città siriane pronte per le feste natalizie e della fine dell’anno

Damasco, 17 dic (Prensa Latina) Festeggiamenti senza precedenti dopo sette anni di guerra imposta al paese, si stanno sviluppando nelle città siriane per ricevere le feste natalizie e della fine di un anno dove sono prevalsi i successi per ricostruire e liberare il paese dal terrorismo. 

 
Percorrere le strade di Damasco ed osservare immagini di questi preparativi, così come ad Aleppo, a Deraá, ad Homs, a Mahardah, ad Hawash od ad Izraa, convincono il visitatore che la nazione ritorna a vivere e riscatta i valori tradizionali. 
 
Per tutti i siriani, indipendentemente dai loro rituali confessionali, in mezzo ad un clima di piogge e basse temperature, più intense del normale per l’epoca, la convivenza e la tolleranza mutua, risulta evidente ed accertabile. 
 
Grandi, medi e piccoli alberi natalizi proliferano in negozi, mercati e case della capitale ed ad Homs, situata a 162 chilometri al nord di Damasco, decine di volontari ne hanno costruito, in una cerimonia popolare, uno gigantesco di 15 metri di altezza. 
 
Questa volta, l’albero tradizionale che si situa ogni anno in un’area differente, ruppe i record di dimensioni e si trova nella via Ushak, che significa degli innamorati, nel quartiere di Akramah. 
 
La base per queste nuove celebrazioni risponde ad un’attiva politica di riconciliazione nazionale, il ritorno di più di un milione e mezzo di siriani ai loro luoghi di origine e la liberazione dall’estremismo armato in più del 90% del territorio di questa nazione del Levante. 

Ig/pgh

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE