domenica 14 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Gli USA cercano di appropriarsi del petrolio venezuelano con il golpe di Stato

Caracas, 30 gen (Prensa Latina) Il consigliere di Sicurezza Nazionale del Governo degli Stati Uniti, John Bolton, ha confermato che il golpe di Stato eseguito in Venezuela è per appropriarsi del petrolio, ha messo in allerta il cancelliere della Repubblica, Jorge Arreaza. 

 
Mediante la rete sociale Twitter, il diplomatico ha citato le parole di Bolton in un’intervista al canale di notizie Fox Business, dove ammette che “ci sarebbe una gran differenza” se le aziende petrolifere statunitensi operassero in territorio venezuelano. 
 
“Sarà una gran differenza economica per gli Stati Uniti, se potremo avere industrie petrolifere investendo e approfittando le risorse petrolifere in Venezuela”, ha segnalato il politico statunitense. 
 
In questo senso, Bolton ha sottolineato che per intraprendere tale azione è necessario la caduta del presidente venezuelano, Nicolas Maduro, manovra che ha definito come “un’opportunità di affari”. 
 
In giornate precedenti, il titolare del portafoglio di Relazioni Estere del Venezuela aveva già evidenziato il proposito del piano golpista. 
 
Al rispetto aveva sostenuto che le sanzioni del Dipartimento del Tesoro statunitense contro l’industria Petroli del Venezuela (Pdvsa) offrono elementi probatori “concreti ed irrefutabili” sull’intenzione di Washington di impadronirsi del petrolio nazionale. 
 
Le dichiarazioni di Arreaza rispondono alla nuova misura annunciata dalla Casa Bianca, in particolare dal segretario statunitense del Tesoro, Steven Mnuchin, sul sequestro della corporazione Citgo Petroleum, una succursale di Pdvsa con sede a Houston, in Texas. 
 
Il funzionario statunitense ha evidenziato, nell’annuncio realizzato questo lunedì, che il proposito di queste punizioni è offrire ancora più appoggio al deputato oppositore Juan Guaidò, auto-nominato la settimana scorsa come mandatario incaricato del paese sud-americano col beneplacito dell’amministrazione del presidente Donald Trump. 
 
Al rispetto, il titolare statunitense del Tesoro ha manifestato che la soluzione per sospendere le sanzioni contro Pdvsa è attraverso il passaggio del controllo dell’azienda a Guaidò od ad un governo successivo. 
 
Secondo Mnuchin, a causa di queste sanzioni Citgo potrà continuare le sue operazioni, ma non potrà inviare denaro all’amministrazione del capo di Stato venezuelano, Nicolas Maduro, che è stato rieletto il 20 maggio 2018, col 67,8 percento dei voti. 
 
Ig/odf

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE