mercoledì 24 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Denunciano il passato criminale dell’inviato di Trump in Venezuela

Washington, 15 feb (Prensa Latina) La legislatrice statunitense Ilhan Omar ha accusato il diplomatico Elliott Abrams di appoggiare i massacri dell'esercito durante la guerra civile in Salvador ed ha criticato le sue affermazioni sul Venezuela, ha riportato la stampa. 

 
In un’udienza davanti al Comitato di Relazioni Estere della Camera dei Rappresentanti, Omar ha accusato l’inviato speciale del mandatario Donald Trump in Venezuela di appoggiare le violazioni commesse nel paese centroamericano durante la decade degli anni 80 del secolo scorso. Nel 1991 si è dichiarato colpevole di due accuse di ritenzione di informazione al Congresso rispetto alla sua partecipazione nello scandalo Irangate, benché in seguito gli sia stato concesso un indulto dell’allora presidente George Bush, ha denunciato Omar, dirigendosi ad Abrams. 
 
“Non capisco perché i membri di questo comitato o il popolo statunitense devono aspettarsi che qualunque testimonianza che emetta oggi (sul Venezuela) sia sincero”, ha detto. 
 
Davanti alle testimonianze di Abrams, la legislatrice ha negato che sia un attacco personale ed ha denunciato che Trump studia come intervenire militarmente nel paese sud-americano, e per questo, è ragionevole sapere se lei ha imparato dalle azioni crudeli ed illegali adottate durante il mandato di Ronald Reagan. 
 
“Appoggerebbe ad una fazione armata dentro Venezuela che si invischi in crimini di guerra, crimini di lesa umanità o genocidio se credesse che stanno servendo agli interessi dagli Stati Uniti, come l’ha già fatto in Salvador, Nicaragua e Guatemala?”, gli ha chiesto la legislatrice. 
 
“Non rispondo a questa domanda. Non mi sembra che questo interrogatorio pretenda ottenere veramente delle risposte, cosicché non risponderò”, ha detto Abrams. 
 
La rappresentante ha ricordato che l’8 febbraio 1982, Abrams, allora sottosegretario aggiunto dei diritti umani, ha testimoniato davanti alla Commissione di Relazioni Estere del Senato sulla politica di Washington in Salvador. “In quell’udienza lei ha disistimato informazioni sul massacro ad El Mozote, dove più di 800 civili, compresi bambini di due anni, sono stati brutalmente assassinati dalle truppe allenate dagli Stati Uniti”, ha sentenziato. 
 
“Anni dopo, ha considerato che la politica del nostro Governo in Salvador era stata un favoloso risultato. Lo pensa ancora?”, ha detto Omar. 
 
“Il fatto sorprendente di questo video è l’irritazione di Abrams per dovere rendere conto per le sue azioni passate, perché negli Stati Uniti esiste una cultura di impunità di élite, dove i ricchi ed i poderosi abbastanza frequentemente si liberano di uno scandalo”, ha commentato il portale Vox. 
 
Ig/rob 
 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE