mercoledì 17 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Truppe statunitensi ostacolano l’uscita degli sfollati siriani

Damasco, 22 feb (Prensa Latina) Truppe statunitensi e gruppi estremisti alleati ostacolano l'evacuazione dei siriani sfollati dall'accampamento di Rubkan, per ritornare alle loro case, nella zona di Al Tanef, a circa 200 chilometri all'est di Damasco, hanno confermato fonti ufficiali a Damasco. 

 
Secondo fonti militari, solamente poche centinaia di rifugiati sono riusciti ad utilizzare fino ad ora questi passaggi, dato che i militari statunitensi e le milizie armate li fanno ritornare da dove sono venuti. 
 
Dal 19 febbraio ed attraverso le località di Jaleb e Jabal al Ghorab, Siria e Russia hanno deciso di aprire dei corridoi umanitari, ma gli sfollati hanno precisato che i miliziani stipendiati da Washington li hanno fermati e li hanno obbligati a ritornare. 
 
Le denunce al riguardo sono state confermate da Mosca, da fonti ufficiali in Damasco e dal Centro di Coordinazione della Russia nella base di Hemymin, nella provincia siriana di Latakia. 
 
Le notizie indicano inoltre che l’ultimo aiuto umanitario composto da un convoglio di 133 camion organizzato dalla Media Luna Araba Siriana, dal Governo e dalla Russia, ha un destino incerto e non si è concretata la sua distribuzione per la mancanza di cooperazione delle truppe statunitensi e dei loro alleati situati ad Al Tanef. 
 
A Rubkan, vicino alla frontiera con l’Iraq, si concentrano circa 50 mila sfollati siriani in difficili condizioni di assistenza medica ed alimentare. 
 
Ig/pgh 
   
   

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE