lunedì 22 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Venezuela esige all’ONU un pronunciamento contro l’uso della forza

Nazioni Unite, 28 feb (Prensa Latina) Venezuela ha esatto oggi presso il Consiglio di Sicurezza dell'ONU il rifiuto all'uso della forza militare contro la nazione sud-americana ed ha chiesto il rispetto alla sua sovranità, indipendenza ed autodeterminazione. 

 
Intervenendo presso l’organismo multilaterale, il rappresentante permanente venezuelano, Samuel Moncada, ha denunciato le minacce pubbliche e reiterate fatte dal presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, sulla possibilità di un intervento armato. 
 
In tale senso, il diplomatico ha discusso il fatto che Washington si opponga ad una risoluzione contraria all’uso della violenza contro Venezuela, poiché l’amministrazione di Trump promuove l’aggressione. 
 
Moncada ha messo in allerta che il Governo statunitense spinge una gran operazione di propaganda per costruire un presunto Esercito di Liberazione del Venezuela che cerca di invadere la Repubblica Bolivariana  dalla Colombia, con l’impiego di mercenari. 
 
In tale senso, ha criticato l’assenza di menzioni di condanna agli atti di violenza generati il fine settimana scorso alla frontiera colombo-venezuelana, in mezzo ad un tentativo di consegna degli aiuti umanitari promosso dagli Stati Uniti. 
 
Ha affermato che nei ponti confinanti più importanti rimangono individui violenti che persistono nei loro attacchi alle forze di sicurezza del Venezuela. 
 
Moncada ha sottolineato inoltre che i governi degli Stati Uniti e del Regno Unito dirigono una “volgare operazione di saccheggio e rapina” contro il denaro e le riserve internazionali della nazione sud-americana, ed ha denunciato azioni di estorsione contro paesi che realizzano scambi commerciali con le autorità di Caracas. 
 
Moncada ha assicurato che il territorio venezuelano è attualmente in pace, preservato dalla gestione del Governo costituzionale di Nicolas Maduro in pieno esercizio delle sue facoltà legali, riaffermando che le minacce contro la nazione provengono dall’estero. 
 
Ha inoltre ripudiato che le potenze straniere ricorrano alla Costituzione del Venezuela per cercare di imporre un auto-nominato ed illegittimo presidente interino, che oltretutto vuole promuovere un intervento. 
 
Ig/wup

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE