sabato 13 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Lula reclama castigo per i mandanti dell’assassinio di Marielle Franco

Brasilia, 14 mar (Prensa Latina) L'ex presidente brasiliano Luiz Inacio Lula da Silva ha reclamato oggi castigo per i mandanti nell'assassinio della consigliera comunale Marielle Franco, perpetrato un anno fa. 

 
“Che tutti i colpevoli, compresi i mandanti, siano puniti. Brasile ha bisogno di molte Marielle, di pace, di democrazia e di solidarietà. Marielle vive, le lotte non sono in vano”, ha scritto Lula in una lettera divulgata nelle reti sociali. 
 
L’ex dirigente operaio ha anche fatto allusione al sindacalista Chico Mendes, ucciso nel 1988 per la sua difesa dell’Amazzonia. 
 
“Ci dispiace di avere pianto le morti di Chico Mendes e Marielle. Che tutti i colpevoli, perfino i mandanti, siano castigati”, reitera l’ex sindacalista, incarcerato da aprile per supposti atti di corruzione. 
 
Ha precisato che, “come la lotta di Chico non è morta con lui, ma è diventata più grande, è stato così anche con Marielle”. 
 
La difensora dei diritti umani ha ricevuto il 14 marzo 2018 quattro colpi di pistola in testa mentre usciva da una conferenza sulle donne nel centro di Rio.
 
Martedì sono stati arrestati i poliziotti militari Ronnie Lessa ed Elcio Vieira de Queiroz, sospettati di essere gli esecutori materiali dell’omicidio. 
 
Secondo il Pubblico Ministero, non ci sono ancora prove contundenti della relazione di Lessa con la milizia, ma ci sono indizi che lui sia implicato con gruppi paramilitari. 
 
Ig/ocs  

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE