lunedì 22 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Russia reitera proposito di cooperare con Venezuela nonostante le sanzioni

Mosca, 18 mar (Prensa Latina) Russia ha reiterato la sua disposizione a continuare la cooperazione con Venezuela nella sfera energetica e quella tecnico-militare, a dispetto delle sanzioni unilaterali applicate dagli Stati Uniti. 

 
Tali restrizioni non avranno influenza sulla posizione della Russia, ha dichiarato il viceministro degli Affari Esteri Serguei Riabkov, in coincidenza con l’annuncio di Washington di aver aumentato le sanzioni contro Mosca vincolate agli aiuti al Venezuela. 
 
La settimana scorsa, il segretario di Stato statunitense, Michael Pompeo, ha incolpato l’industria petrolifera russa Rosneft per commerciare e comprare petrolio venezuelano, in violazione delle sanzioni unilaterali imposte da Washington. 
 
Mosca ha denunciato che Washington viola la Carta dell’ONU imponendo sanzioni in forma unilaterale contro il paese sud-americano, in una chiara ingerenza nei temi interni di uno stato sovrano. 
 
La televisione russa ha riportato informazioni provenienti da Washington su un progetto di risoluzione per imporre nuove restrizioni a Russia ed ad altri stati che appoggino il governo legittimo di Nicolas Maduro. 
 
Il testo segnala che l’ampliamento della presenza della Russia nell’emisfero occidentale causa preoccupazione negli Stati Uniti e nei suoi alleati, in chiara applicazione della Dottrina Monroe, sorta nel XIX secolo. 
 
La riferita dottrina considera l’America Latina come zona di influenza esclusiva statunitense, cioè, come il patio posteriore del paese settentrionale, fatto che ha criticato la settimana scorsa la portavoce della cancelleria russa, Maria Zajarova. 
 
Il disegno di legge presentato nel Congresso prevede la proibizione di consegnare visti a stranieri che agiscano nell’interesse del governo russo per appoggiare le forze di sicurezza venezuelane. 
 
I congressisti statunitensi hanno sottolineato la consegna di due super bombardieri supersonici russi TU-160 al Venezuela, in dicembre dell’anno scorso, e l’appoggio finanziario russo al governo venezuelano con la consegna di crediti all’industria petrolifera statale Pdvsa. 
 
Ig/to

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE