mercoledì 17 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Condannano all’ONU la posizione di Trump sul Golan siriano occupato

Nazioni Unite, 22 mar (Prensa Latina) L'ambasciatore siriano presso l'ONU, Bashar Al Jaafari, ha condannato oggi la posizione del presidente statunitense, Donald Trump, di riconoscere la sovranità di Israele sul Golan, fatto che calpesta le legislazioni internazionali. 

 
Trump ha scritto ieri un twitter che dimostra un gran disprezzo per l’opinione della comunità internazionale, le risoluzioni del Consiglio di Sicurezza e dell’Assemblea Generale, ha detto alla stampa accreditata nella sede delle Nazioni Unite a New York. 
 
Le dichiarazioni del mandatario nordamericano rappresentano una flagrante violazione della legislazione internazionale, della Carta dell’ONU, dei principi di questa organizzazione multilaterale e delle regole di base delle relazioni internazionali, ha sottolineato. 
 
L’ambasciatore ha fatto riferimento alle differenti risoluzioni del Consiglio che si oppone all’occupazione illegale di Tel Aviv nel Golan siriano, e questi documenti si riferiscono ad Israele come un potenza occupante che tenta di imporre la sua legge e giurisdizione su un territorio di Damasco. 
 
Ma il twitter di Trump riafferma l’appoggio degli Stati Uniti alle politiche ed azioni aggressive di Israele, ed è un chiaro riflesso del disprezzo di quell’amministrazione per le legislazioni internazionali, ha insistito. 
 
Questo sì, ha precisato, tali dichiarazioni non cambiano il fatto che il Golan è e continuerà ad essere un territorio siriano. Ora il popolo del mio paese è più risoluto e determinato che mai per liberare questa zona occupata, facendo uso di tutti i mezzi alla sua portata, ha sentenziato. 
 
Al Jaafari ha fatto un appello al segretario generale dell’ONU, al Consiglio di Sicurezza ed all’Assemblea Generale affinché condannino la dichiarazione di Trump ed implementino le azioni necessarie per fermare l’arroganza dagli Stati Uniti. 
 
Tutti dobbiamo assicurare il compimento delle risoluzioni adottate nelle Nazioni Unite col fine di mantenere la pace, la sicurezza e la stabilità nell’orbe, ha concluso il diplomatico arabo. 
 
Ig/ifb 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE