martedì 16 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Leader sociali colombiani si rivolgeranno alla Corte Penale Internazionale

Bogotà, 25 mar (Prensa Latina) Mezzo centinaio di leader sociali colombiani presenteranno il prossimo 5 aprile una denuncia presso la Corte Penale Internazionale per aggressioni sistematiche contro di loro. 

 
Il proposito della visita a L’Aia è sollecitare al tribunale internazionale affinché investighi e giudichi i delitti che si stanno commettendo nel paese sud-americano, considerati come crimini di lesa umanità. 
 
A giudizio delle organizzazioni politiche e sociali della Colombia, lo sterminio della leadership sociale si mantiene in totale impunità. 
 
Così pensa il senatore e leader del movimento Colombia Umana, Gustavo Petro, che formerà parte della delegazione che viaggerà ai Paesi Bassi. 
 
La Procura Generale della Nazione non ha la volontà di investigare e dati gli attacchi, inoltre, alla Giustizia Speciale di Pace non rimane un’altra risorsa che presentarci davanti alla Corte Penale Internazionale per sollecitare che investighino i crimini di lesa umanità in Colombia, ha affermato Petro. 
 
Secondo l’organizzazione Siamo Difensori della Colombia, il 91,4% degli assassinati di leader sociali commessi tra il 2009 ed il 2017 sono rimasti impuni e solo 49 casi (l’8,6%) hanno avuto una sentenza di condanna o di assoluzione. 
 
Sulla scalata dei crimini contro i difensori dei diritti umani e leader comunitari recentemente ha messo in allerta anche l’ONU. 
 
La Commissione dei diritti umani dell’Organizzazione delle Nazioni Unite ha registrato il deterioramento della sicurezza personale e sociale in Colombia a partire dalle denunce di organizzazioni indigene, contadine e sindacali. 
 
Ig/tpa  

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE