domenica 14 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Venezuelani respingono aggressioni contro il paese, afferma analista

Caracas, 15 mag (Prensa Latina) L'analista politico Roy Daza ha affermato oggi che un 99,9% dei venezuelani respinge qualsiasi aggressione contro il paese, lanciata dalla destra locale con l'appoggio degli Stati Uniti e della Colombia. 

 
In dichiarazioni alla stampa, il membro della Commissione dei Temi Internazionali del Partito Socialista Unito del Venezuela (PSUV) ha sottolineato che l’opposizione cerca di rompere la pace della Repubblica. 
 
Daza ha precisato che il tentativo di golpe di Stato perpetrato dagli integranti dell’Assemblea Nazionale in insolenza il 30 aprile “ha rivelato che la dirigenza estremista della destra non vuole Costituzione, né pace, né elezioni”. 
 
Ha aggiunto che tali azioni sono dirette dalle autorità della Casa Bianca, “che intestano un furto di attivi sia con la filiale petrolifera Citgo, come col denaro che abbiamo in una banca a Lisbona, che serve per bambini con problemi gravi di salute”. 
 
Il dirigente politico ha affermato che il blocco finanziario viola la Convenzione di Vienna ed il Diritto Internazionale, “se gli Stati Uniti sono disposti a violare i trattati globali, sono disposti a violare tutto”. 
 
In questa linea di messaggio, ed in riferimento ai diversi fatti successi nell’ambasciata venezuelana a Washington, Daza ha reiterato che “la mancanza di rispetto alla sede diplomatica mette a rischio le Nazioni Unite”. 
 
Al rispetto, ha sollecitato all’Assemblea Generale dell’ONU una convocazione con carattere urgente di una “riunione per discutere questo fatto tanto grave”. 
 
Ig/odf

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE