domenica 21 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Russia definisce cinico il rinforzo del bloqueo statunitense contro Cuba

San Pietroburgo, Russia, 7 giu (Prensa Latina) Russia mantiene una posizione di principio di opporsi a qualunque politica di sanzioni unilaterali contro il diritto internazionale ed in questo senso definisce cinico il rinforzo del bloqueo statunitense contro Cuba. 

 
Le più recenti misure punitive di Washington costituiscono la continuazione di una vecchia politica per tentare di soffocare l’economia cubana, ha dichiarato a Prensa Latina il capo del Dipartimento dell’America Latina della Cancelleria russa, Alexander Schetinin. 
 
Il diplomatico ha fatto riferimento alla sospensione da parte dell’amministrazione del presidente statunitense, Donald Trump, dei viaggi da crociera, yacht ed aeroplani privati a Cuba, come di una delle categorie dello scambi popolo a popolo, tra le altre misure. 
 
Ma, inoltre, è una politica cinica perché va contro il benessere e della situazione economica della popolazione cubana, ha considerato il diplomatico russo, dopo partecipare ad una tavola rotonda sull’America Latina, nella cornice del Forum Economico Internazionale di San Pietroburgo. 
 
Allo stesso tempo, è ovvio che tutto ciò ha un gran proposito politico, benché sappiamo che la posizione di Cuba è molto decisa nella protezione della sua sovranità, il suo diritto a vivere liberamente e scegliere la forma di sviluppo politico che consideri pertinente, ha commentato Schetinin. 
 
Noi continuiamo con la nostra cooperazione con Cuba, ha affermato il politico russo, che ha partecipato in una colazione di lavoro sulle relazioni tra America Latina e l’Unione Economica Euroasiatica, integrata da Russia, Bielorussia, Kazakistan, Armenia e Kirghizistan. 
 
Voglio sottolineare, in primo luogo, l’importanza degli accordi intergovernativi che si firmeranno durante il forum economico di San Pietroburgo, sulla cooperazione nel campo della modernizzazione del settore ferroviario di Cuba. 
 
Inoltre, ciò è una dimostrazione chiara che il capitale del nostro paese va a Cuba, fiducioso della sua solidità, nelle sue prospettive e nel suo alto grado di decisione di proseguire con lo sviluppo socioeconomico del paese, ha assicurato Schetinin. 
 
Nella colazione di lavoro erano presenti imprenditori e statisti di Cuba, Nicaragua, Messico, Colombia, Paraguay, Guatemala, Antigua e Barbuda ed altre nazioni della Comunità dei Caraibi. 
 
La delegazione cubana al forum è diretta dal vicepresidente del consiglio dei Ministri Ricardo Cabrisas, che ieri si riunito in questa città con la presidentessa del Consiglio della Federazione (senato russo), Valentina Matvienko. 
 
Ig/to 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE