martedì 23 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Presidente cubano partecipa alla semina di un tamarindo nell’anniversario di Santa Clara

Santa Clara, Cuba, 15 lug (Prensa Latina) Il presidente cubano, Miguel Diaz-Canel, ha partecipato alla semina del 330º tamarindo, che simbolizza gli anni di fondazione della città di Santa Clara, nel centro del paese. 

 
Il governante cubano ha effettuato la storica semina nel luogo dove 330 anni fa un gruppo di famiglie venute dal municipio di Remedios (a circa 40 chilometri) si sono stabilite, il 15 luglio 1689. 
 
Diaz-Canel aveva partecipato pochi minuti prima ad una sessione solenne dell’Assemblea Municipale del Potere Popolare, nella quale ha consegnato la medaglia Alejo Carpentier alla ricercatrice e storiografa Marta Anido, una delle intellettuali più prestigiose della città 
 
Ha anche depositato un’offerta floreale sotto la statua della benefattrice di Santa Clara, Marta Abreu, patriota insigne che ha collaborato con le guerre indipendentiste ed ha realizzato opere di carità per gli abitanti della città. 
 
Il presidente è arrivato alla città in ore della mattinata, dove è stato ricevuto nella chiesa del Carmen da monsignore Arturo Gonzalez, vescovo della diocesi di Santa Clara. 
 
Il sacerdote ha affermato che “in questo giorno di festa, l’allegria e la speranza non manchino nei nostri cuori”. 
 
Dalla piazza del Carmen, il governante, circondato dal popolo, ha camminato per le vie principali fino alla piazza del centro, Leoncio Vidal. 
 
Durante il tragitto ha conversato con la popolazione di Santa Clara ed ha presenziato ad omaggi culturali del gruppo Raptus, Danza dell’Anima, di altri gruppi folcloristici e “repentisti” della decima contadina.  
 
Santa Clara è conosciuta internazionalmente come la Città del Che in omaggio al comandante Ernesto Guevara, che ha diretto la lotta per la liberazione della città durante la dittatura di Fulgencio Batista, alla fine del 1958. 
 
Ig/jfd

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE