lunedì 22 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Bloqueo contro Cuba è un atto di genocidio, afferma attivista colombiana

L'Avana, 1º ago (Prensa Latina) “Il bloqueo degli Stati Uniti contro Cuba è un atto di genocidio” ha detto l'attivista colombiana Rosario Nieto, in visita all'isola per solidarietà. 

In dichiarazioni a Prensa Latina, la affiliata della XXVI brigata latinoamericana e caraibica di lavoro volontario e solidarietà con la Maggiore delle Antille, ha segnalato che è ingiustificabile che un Governo blocchi economicamente e finanziariamente tutto un paese durante tanti anni. 
 
Nieto ha affermato che la nazione caraibica è una dei paesi dove più si rispettano i diritti umani, per cui esigono all’amministrazione del presidente Donald Trump l’eliminazione di questa politica, che è respinta a livello internazionale. 
 
“Tutti gli anni veniamo qui con l’obiettivo di continuare la lotta contro questa misura unilaterale imposta da quasi sei decade”, ha sottolineato l’attivista, che ha cominciato ieri un ampio programma di attività con la brigata di solidarietà, dedicato al 60º anniversario del trionfo della Rivoluzione cubana ed ai 500 anni della fondazione de L’Avana.  
 
Da parte sua, il brigatista nicaraguense, Horacio Castillo, ha definito opportuna e necessaria la presenza degli amici di Cuba in mezzo alla recrudescenza del bloqueo statunitense, con l’attivazione del Titolo III della Legge Helms-Burton. 
 
“Condanniamo e respingiamo questo atto del governo di Washington contro L’Avana, e da qui diciamo che non possiamo permettere che gli Stati Uniti continuino a vedere i nostri paesi come il loro patio posteriore”, ha affermato Castillo. 
 
Inoltre, ha criticato l’atteggiamento assunto da Trump che ha compiuto un retrocesso nelle relazioni bilaterali con l’isola caraibica, spinte dal suo predecessore Barack Obama e l’allora presidente cubano Raul Castro. 
 
Ha commentato che i brigatisti latinoamericani e caraibici, membri della riferita brigata di solidarietà, ammirano e rispettano il popolo cubano per sapere trattenere l’attacco costante della Casa Bianca. 
 
Ha reiterato la necessità dell’unità tra i paesi della regione per affrontare la politica ostile degli Stati Uniti, congiuntamente.  
 

Ig/ybv 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE