lunedì 15 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Governo venezuelano denuncia nuovo ordine esecutivo degli USA

Caracas, 6 ago (Prensa Latina) Il Governo venezuelano ha denunciato oggi davanti alla comunità internazionale il nuovo ordine esecutivo del presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, che pretende formalizzare il blocco economico, commerciale e finanziario in modo totale contro Venezuela. 

 
Mediante un comunicato, pubblicato dal cancelliere della Repubblica, Jorge Arreaza, nella rete sociale Twitter, il capo della diplomazia ha enfatizzato che l’obiettivo del nuovo piano di Washington è forzare un cambiamento incostituzionale nel paese sud-americano. 
 
Le dichiarazioni del ministro di Relazioni Estere rispondono alla recente azione svolta dal Governo statunitense di congelare tutti gli attivi del Venezuela che si trovano nella nazione settentrionale. 
 
“Il criminale blocco economico, finanziario e commerciale è già in marcia, ha causato severe ferite nella società venezuelana durante gli ultimi anni, ed il cui unico obiettivo è quello di affogare il popolo venezuelano per forzare un cambiamento di governo incostituzionale nel paese, in aperta violazione ai principi ed ai propositi della Carta delle Nazioni Unite”, recensisce il testo. 
 
Arreaza ha sottolineato che denuncia il furto illegale dell’azienda Citgo (filiale della statale Petroli del Venezuela) e delle sedi diplomatiche del territorio bolivariano, da parte della Casa Bianca e dei suoi alleati, che procurano nuove opportunità e risorse per usurpare e saccheggiare quello che appartiene ai più di 30 milioni di venezuelani. 
 
In questo senso, il titolare degli Esteri ha condannato che “è necessario molto di più che un magnate suprematista in campagna elettorale, od un falco guerrafondaio obsoleto, ossessionato e disperato per non perdere il suo impiego, per disfare l’opera libertaria iniziata da Simon Bolivar e ripresa nel XXI secolo dal comandante Hugo Chavez”. 
 
Inoltre, ha assicurato che le rinnovate azioni interventiste evidenziano che l’amministrazione di Trump e dei suoi alleati scommettono sul fallimento del dialogo politico in Venezuela, che si realizza alle Barbados con l’accompagnamento delle autorità norvegesi. 
 
Al rispetto, Arreaza ha manifestato che “non permetteremo che questa tendenziosa scalata di aggressioni colpisca i processi di dialogo politico nel paese, e confermiamo la nostra volontà infrangibile di raggiungere accordi nazionali in differenti dimensioni, per fortificare ancora di più la nostra democrazia e garantire il diritto del popolo a vivere in pace”, ha sottolineato. 
 
Inoltre, il presidente della Repubblica, Nicolas Maduro, ha reiterato l’appello all’unità popolare, per affrontare il terrorismo economico e politico in questa nuova fase. 
 
“L’unità nazionale civico-militare è fondamentale per transitare irrevocabilmente con fermezza e patriottismo la strada verso la ratifica del carattere indipendente del Venezuela, superando insieme qualunque ostacolo, che si intrometta per difendere la Patria e la sua sacra sovranità nazionale”, riassume il comunicato. 
 
Ig/odf

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE