mercoledì 17 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

OIM rende tributo alle vittime delle sparizioni forzate

Ginevra, 30 ago (Prensa Latina) L'Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (OIM) ha esatto oggi un esodo sicuro, ordinato, degno ed umano, rendendo tributo alle vittime di sparizioni forzate, che sono commemorate nella giornata di oggi. 

 
I diritti degli emigranti, includendo il diritto alla vita, devono essere protetti, senza importare la loro nazionalità o condizione legale, per evitare che si producano sparizioni, indica il direttore del Centro di Analisi dei Dati sulla Migrazione Mondiale, Frank Laczko, in un comunicato dell’OIM. 
 
Inoltre, l’organismo enfatizza nella sofferenza dei parenti, “le cui vite oscillano tra la speranza e la pena provocata da una perdita simile”. 
 
Più di 32.700 persone in tutto il mondo hanno perso la vita o sono scomparse e si presumono morte, secondo i dati registrati dal 2014 dal Progetto Emigranti Desaparecidos dell’OIM. 
 
I registri storici riportano che dal 1996 questa cifra è approssimativamente di 75.000, tuttavia, questa quantità potrebbe essere sotto il numero reale perché non tutti i casi sono stati denunciati, chiarisce la fonte. 
 
Esemplifica anche che dal principio del progetto non si sono potuti recuperare i resti di almeno 12.000 persone dalle acque del mare Mediterraneo, e la maggior parte dei resti che sono stati trovati, non potranno mai essere formalmente riconosciuti né seppelliti coi nomi delle vittime. 
 
L’OIM ha informato che implementa un progetto pilota di investigazione con le famiglie che cercano emigranti scomparsi nelle rotte centrale ed occidentale di questo mare verso Europa, con l’obiettivo di abbordare le loro necessità nel modo migliore. 
 
Ig/gdc 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE