martedì 16 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Catena spagnola Melià è stata citata in giudizio dagli USA per la Legge Helms-Burton

Washington, 12 set (Prensa Latina) La catena spagnola Melià Hotels International si trova oggi tra le compagnie che affrontano citazioni in giudizio negli Stati Uniti sotto il Titolo III della Legge Helms-Burton, attivato dal governo statunitense nella sua politica ostile contro Cuba. 

 
D’accordo col portale digitale Law.com, l’azienda iberica è stata citata a giudizio questo mercoledì da una denuncia collettiva, l’azione più ampia interposta fino ad ora per questo Titolo legislativo, che permette interporre denunce contro persone ed entità che investono in proprietà nazionalizzate a Cuba dalla Rivoluzione. 
 
La denuncia, presentata dallo studio di avvocati con sede a Miami, Rivero Mestre LLP, enumera quasi 40 querelanti (tra loro l’ex giudice della Corte Suprema di quello stato Raoul Cantero) appartenenti a quattro famiglie, la maggioranza delle quali vivono nella contea di Miami-Dade. 
 
Secondo il portale di notizie legali, l’azione collettiva contro Melià comprende più di 30 hotel amministrati dalla catena nella nazione antillana, sotto l’argomento che la compagnia sta “trafficando illegalmente” con quello che un tempo furono le proprietà dei loro antenati. 
 
Inoltre, la denuncia include reclami contro varie agenzie di viaggi in Internet, comprese Expedia, Hotels.com, Orbitz, Travelocity.com, Trivago e Bookings.com. 
 
Lo scorso 20 maggio, membri della famiglia Mata hanno presentato una citazione a giudizio nella corte federale del Distretto Meridionale della Florida contro varie aziende turistiche cubane per l’uso del hotel Melià San Carlos, ubicato nella provincia centrale cubana di Cienfuegos. 
 
Tale azione legale ha citato i gruppi alberghieri dell’isola Gran Caribe, Cubanacan e Gaviota, oltre alla corporazione Cimex, ma in quel momento non aveva incluso Melià, azienda a cui fu inviato solo un avviso con l’avvertenza che se non pagava un risarcimento, sarebbe stata compresa in una denuncia collettiva. 
 
Questa citazione a giudizio introdotta ieri contro Melià si produce dopo che agli inizi di questo mese la giustizia spagnola ha ordinato archiviare nel paese europeo una citazione contro la catena Melià della famiglia Sanchez-Hill. 
   
Ig/mar 
  
 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE