lunedì 15 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Esercito siriano comincia uno spiegamento nelle province confinanti con Turchia

Damasco 14 ott (Prensa Latina) L'Esercito Arabo Siriano ha cominciato a spiegarsi in varie località nelle province nordorientali siriane di Raqa e Hasakeh, confinanti con Turchia. 

 
“Unità delle forze armate hanno avanzato verso il nord e sono entrate nella località di Tel Temer, parte del territorio di campagna di Hasakeh”, ha divulgato la televisione siriana. 
 
Immagini trasmesse dal vivo dal canale siriano Ikhbariya hanno presentato l’arrivo e lo spiegamento dei militari siriani nelle città di Taqba ed Ain Isa che erano sotto il controllo dei terroristi prima e dopo delle milizie curde, per un totale di sette anni. 
 
I militari siriani sono anche entrati nella base aerea di Tabqa, che era stata occupata dalle forze degli Stati Uniti nel 2016, ed anche alla strategica e vitale diga al-Baath, sul fiume Eufrate. 
 
Centinaia di civili si sono concentrati sulle strade, alle entrate delle città e dei villaggi, per ricevere con fiori e bandiere nazionali le truppe di Damasco. 
 
Inoltre, hanno issato la bandiera nazionale nelle istituzioni statali e scuole delle città di Qamishli e Hasakeh, invece della bandiera della milizia separatista curda.
 
Secondo mezzi di stampa, si è stabilito un accordo, con mediazione russa, tra il governo siriano e le milizie curde, che permette lo spiegamento dell’esercito nelle zone confinanti. 
 
In virtù dell’accordo, le milizie curde cambieranno il nome di Forze Democratiche di Siria e si affilieranno alla quinta legione dell’esercito siriano, che è assessorato dai russi. 
 
Ig/fm 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE