lunedì 22 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Elezioni in Colombia dimostrano risultati innovativi

Bogotà, 28 ott (Prensa Latina) Vari elementi risaltano dopo le elezioni locali in Colombia: la vittoria di una donna nel Comune di Bogotà e di un ex guerrigliero in quello di Turbaco, oltre alla retrocessione del partito governante Centro Democratico. 

 
Per la prima volta, gli abitanti di Bogotà hanno scelto una donna per dirigere il Comune della capitale colombiana: Claudia Lopez, che assumerà il 1º gennaio prossimo il secondo incarico pubblico più importante del paese. 
 
Dopo le elezioni regionali e locali, Lopez, appoggiata dal partito Alleanza Verde, riconosciuta per la sua lotta contro la corruzione e con proposte come il combattimento all’insicurezza, è stata la prima donna vincitrice per voto popolare con più di 1.104.600 schede. 
 
Nei primi suffragi di questo tipo dopo la firma nel 2016 dell’Accordo di Pace tra lo Stato e le estinte FARC-EP, l’ex guerrigliero Guillermo Torres (alias Julian Conrado) è stato scelto come sindaco del municipio di Turbaco, uno dei più importante del dipartimento di Bolivar. 
 
Con l’appoggio di Colombia Umana e l’Unione Patriottica (UP), si è imposto con 17.073 voti. 
 
“Guillermo Torres, artista della pace e poeta della vita è il primo ex guerrigliero delle antiche FARC-EP a vincere un comune. Il popolo di Turbaco celebra questo risultato del processo di pace. I migliori auguri, amiamo la pace ed amando vinceremo!”, ha scritto nel suo account in Twitter il partito FARC. 
 
Unito a ciò, il leader sociale Marino Grueso ha vinto il Comune di Guapi, dipartimento del Cauca, per la Coalizione Fronte Ampio (Movimento Alternativo Indigeno e Sociale, UP, FARC e Colombia Umana). 
 
Inoltre, alcuni degli elementi innovativi che saltano agli occhi dopo la giornata elettorale è il fatto che il Centro Democratico, fondato dall’ex presidente Alvaro Uribe, ha perso in vari punti dove aveva depositato le sue principali scommesse: Bogotà, Medellin e Cali. 
 
In maniera speciale richiama l’attenzione quello successo a Medellin, dove, contro tutti pronostici, è stato eletto come sindaco Daniel Quintero, che si è presentato come un candidato indipendente durante tutta la sua campagna. 
 
Secondo il senatore ed ex candidato presidenziale Gustavo Petro, Uribe e il presidente Duque sono stati sconfitti in tutta Colombia. “Si aprono i larghi viali affinché il popolo colombiano libero passi e vinca”, ha affermato. 
 
A giudizio di Ivan Cepeda, della Commissione di Pace del Senato, “c’è una chiara vittoria in tutto il paese delle forze alternative e della pace”. 
 
Milioni di colombiani ieri sono andati alle urne per scegliere 1101 sindaci, 32 governatori, 1101 consigli comunali municipali, 32 assemblee dipartimentali e 1040 giunte amministratrici locali per il periodo 2020-2023. 
 
Ig/mfb

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE