mercoledì 24 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Relatore dell’ONU denuncia abusi contro Julian Assange

Ginevra, 1º nov (Prensa Latina) Il relatore speciale dell'ONU sulla tortura, Nils Melzer, ha denunciato oggi gli abusi commessi contro il fondatore di Wikileaks, Julian Assange ed ha sottolineato che la sua vita è a rischio se continua detenuto nel Regno Unito. 

 
Mediante un comunicato, Melzer ha messo in allerta sul deterioramento della salute del cyberattivista, che si trova rinchiuso nella prigione londinese di Belmarsh, ed ha accusato il governo britannico di non prendere le misure necessarie per garantire il suo benessere fisico e psicologico. 
 
Questo caso non ha mai avuto a che vedere con la colpevolezza o l’innocenza di Assange, bensì col fatto di vendicarsi contro di lui che ha rivelato violazioni gravi commesse da governi, compresi supposti crimini di guerra e corruzione. Se Regno Unito non cambia i suoi metodi né allevia le condizioni inumane in cui si trova, la sua continua esposizione ad arbitri ed abusi possono costargli ben presto la vita, ha denunciato. 
 
Il giornalista australiano, che è stato ospitato sette anni nell’ambasciata dell’Ecuador a Londra, è stato arrestato da Scotland Yard l’11 aprile, dopo che il presidente Lenin Moreno gli ha ritirato la protezione diplomatica. 
 
Dopo la sua detenzione, la Corte dei Magistrati di Westminster l’ha condannato a 50 settimane di carcere per violare una garanzia concessa dalla giustizia britannica in relazione con un caso di presunti delitti sessuali commessi in Svezia, che in seguito è stato sottostimato dalla procura di questo paese nordico. 
 
Recentemente, il tribunale britannico ha confermato che il cyberattivista dovrà aspettare in prigione affinché la Giustizia decida in febbraio prossimo se lo estraderà negli Stati Uniti. 
 
Melzer ed una squadra medica l’hanno visitato in maggio ed hanno denunciato che presentava “tutti i sintomi caratteristici dell’esposizione prolungata alla tortura psicologica”. 
 
Gli esperti hanno esatto azioni immediate per proteggere la salute e la dignità da Assange, ma, come ha denunciato il relatore dell’ONU, Londra non ha considerato il sollecito. 
 
“A dispetto della complessità dei processi contro di lui, diretti dal paese più poderoso del mondo, il suo accesso ai documenti ed alla consulta legale è interrotta, fatto che infrange il suo diritto a preparare la sua difesa”, ha aggiunto. 
 
Melzer ha sollecitato al Regno Unito di cancellare l’estradizione di Assange e di lasciarlo in libertà immediatamente, in modo che possa recuperare la sua salute, la sua vita personale e quella professionale. 
 
Ig/gas

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE