martedì 23 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Cuba rende onore a Fidel Castro e ricorda il suo lascito

L'Avana, 25 nov (Prensa Latina) Cuba rende oggi tributo al leader storico della Rivoluzione Cubana, Fidel Castro (1926-2016) con omaggi diversi dedicati a ricordare il suo lascito, realizzandosi il terzo anniversario dalla sua scomparsa fisica. 

 
A tre anni della sua partenza verso l’immortalità, Fidel vive nell’affetto del suo popolo e nell’ammirazione degli uomini di buona volontà di tutto il mondo, come sottolinea la stampa nazionale in diversi articoli in occasione della ricorrenza. 
 
Il presidente di Cuba, Miguel Diaz-Canel, nel suo account della rete sociale Twitter ha scritto: “Come ricordare Fidel? Assumendo come proprio il suo lascito, affrontando con valore e fermezza l’imperialismo, lavorando e pensando per e con il popolo, lottando perché un mondo migliore sia possibile”. 
 
Nella rete di reti l’utente @JuanPabl29 ha affermato: “in questi giorni ho nella mente e nel cuore l’immagine del mio Comandante Fidel Castro, il suo esempio è quello che mi spinge sempre di più ad essere un migliore uomo ed un migliore rivoluzionario”. 
 
“Fidel, il tuo popolo non dimenticherà mai i tuoi insegnamenti, il tuo pensiero rivoluzionario, le tue idee immortali, la necessità di non claudicare quando si lotta per una causa giusta”, ha detto l’utente @CarlosB26041985. 
 
Da parte sua il vice rettore di Estensione Universitaria dell’Istituto Superiore di Relazioni Internazionali ed Eroe della Repubblica di Cuba, Gerardo Hernandez, ha reiterato la convocazione ad un Twittazo come parte del tributo al leader rivoluzionario con le etichette YoSoyFidel, PorSiempreFidel, HastaSiempreComandante. 
 
Nella scalinata dell’Università de L’Avana, la Federazione Studentesca Universitaria, l’Unione dei Giovani Comunisti ed il popolo in generale parteciperanno ad una veglia politico-culturale per ricordare il Comandante. 
 
La realtà quotidiana dà prova dell’affetto verso “il Comandante in Capo”, come lo chiamava molti, quando centinaia di persone accorrono ogni giorno fino al cimitero patrimoniale Santa Ifigenia, davanti all’enorme roccia con forma di grano di mais, per ratificare che continua ad essere un faro. 
 
Secondo dati apportati dalla direzione della necropoli, durante questi quasi tre anni più di un milione 800 mila persone sono accorse a Santa Ifigenia per esprimere in molte forme il loro rispetto e la loro ammirazione per il leader della Rivoluzione Cubana. 
 
Vengono soli o in gruppi, in visite promosse da centri di lavoro e di studio o con la famiglia, ha scritto il quotidiano Juventud Rebelde. 
 
Arrivano e passano, senza preoccuparsi se piove o se il sole è inclemente. Tra loro ci sono scientifici, agricoltori, militari, artisti; nonni e bambini. 
 
Precisano i registri di Santa Ifigenia che hanno visitato il luogo dove riposa Fidel Castro circa 270 mila stranieri provenienti da più di 80 paesi, di tutti i continenti. 
 
Ig/joe 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE