martedì 16 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Presidente di Cuba sottolinea il trionfo della verità in confronto della campagna diffamatrice USA

L'Avana, 28 nov (Prensa Latina) Il presidente di Cuba, Miguel Diaz-Canel,  ha sottolineato oggi il trionfo della verità sulle calunnie contro il suo paese, in relazione con lo smascheramento della nuova campagna degli Stati Uniti e dei suoi salariati nell'isola. 

 
“La verità di Cuba manda all’aria la nuova onda di calunnie dell’impero. Si smascherano fallacie, calunnie, menzogne e sfacciataggine con cui agiscono i personaggi oscuri dell’impero”, ha affermato il mandatario in Twitter a proposito di un video trasmesso dalla televisione cubana che dimostra la farsa politica del supposto oppositore Josè Daniel Ferrer. 
 
Nel materiale si osserva come lo stesso Ferrer assicura in un programma televisivo degli Stati Uniti che riceve finanziamento dalla Fondazione Nazionale Cubana Americana, un’organizzazione con sede nella città statunitense di Miami, creata col fine di abbattere la Rivoluzione Cubana mediante atti terroristici contro la nazione caraibica ed il suo popolo. 
 
Riporta anche dichiarazioni di testimoni e vittime di attacchi, sequestri e pestaggi eseguiti da Ferrer, che sono alcuni dei motivi della sua attuale detenzione nell’attesa di giudizio insieme ad altri tre individui. 
 
Le immagini trasmesse dalla televisione dimostrano il trattamento che si dà a questo caso da parte dei grandi mezzi di comunicazione e delle reti sociali, utilizzati come piattaforma per la manipolazione e la menzogna, dove si denuncia che Ferrer si trova detenuto apparentemente senza accuse, isolato, aggredito fisicamente, e senza accesso alla salute. 
 
Invece, l’accusato ha avuto visite familiari, si trova in buono stato di salute fisica e non presenta evidenza di maltrattamenti. 
 
D’accordo con la notizia, la capa della missione diplomatica degli Stati Uniti a Cuba, Mara Tekach, che si vede nelle immagini nella casa di Ferrer, insieme alla moglie dello stesso, personalmente da ordini a questo cittadino, e lo incita all’insolenza contro le forze dell’ordine pubblico. 
 
Allo stesso modo, si vede come Ferrer si auto-lesiona dopo essere stato fermato e posteriormente segnala il rappresentante delle autorità cubane come il causante dei colpi ricevuti. 
 
Ig/lrd 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE