martedì 23 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

MAS è il primo partito nelle inchieste sulle elezioni presidenziali in Bolivia

La Paz, 3 gen (Prensa Latina) Il Movimento al Socialismo (MAS) è il primo partito nelle inchieste sulle elezioni presidenziali in Bolivia, anche se non ha scelto i suoi candidati per gli incarichi di presidente e vicepresidente della Repubblica. 

 
D’accordo con mezzi locali, il canale di televisione Unitel ha fatto conoscere lo studio nel quale l’aspirante del partito politico del presidente legittimo Evo Morales guadagnerebbe il 20,7% dei voti, superando per 5 punti percentuali la sua rivale più vicina, la mandataria de facto Jeanine Añez (15,7%). 
 
Lo studio ubica nel terzo posto l’ex presidente e candidato alle elezioni del 20 ottobre 2019, Carlos Mesa, col 13,8% dei voti. 
 
Più in basso nella lista appaiono Marco Pumari e Luis Fernando Camacho col 8,2% ed il 6,9 % rispettivamente: bisogna chiarire che il sondaggio è stato fatto prima che entrambi i politici presentassero le loro candidature ufficiali come binomio per le prossime elezioni. 
 
Tuttavia specialisti segnalano che nel sondaggio il 47,1% degli intervistati ha messo in chiaro che voterà per un candidato oppositore al MAS, mentre un 23,7% ha assicurato che voterà per il candidato di questo partito politico. 
 
L’inchiesta è stata realizzata dal 21 al 30 dicembre 2019 ed ha un margine di errore di un 2,5%, per questo gli specialisti gli concedono un livello di affidabilità del 95%. 
 
Il Tribunale Supremo Elettorale della Bolivia lancerà la convocazione alle elezioni presidenziali il prossimo 6 gennaio, mentre il MAS sceglierà il suo candidato il 19 gennaio in Argentina, paese dove risiede Evo Morales, in qualità di rifugiato politico, dopo il golpe di stato che l’ha obbligato a rinunciare alla presidenza del suo paese lo scorso 10 novembre. 
 
Ig/avs 
 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE