sabato 20 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Presidente del Venezuela risalta la grandezza del popolo nel 2019

Caracas, 14 gen (Prensa Latina) Il presidente del Venezuela, Nicolas Maduro, ha risaltato oggi la grandezza, la resistenza ed il sacrificio del popolo durante l'anno 2019, in difesa della sovranità e della pace del paese sud-americano. 

 
Dal Palazzo Federale Legislativo, durante la sua presentazione del Messaggio Annuale davanti all’Assemblea Nazionale Costituente (ANC), Maduro ha sottolineato il fallimento degli Stati Uniti e dei suoi alleati nell’anno anteriore per cercare di destabilizzare il Governo bolivariano, mediante misure coercitive ed unilaterali. 
 
In tale senso, ha sottolineato la lotta dei venezuelani per la dignità e l’indipendenza, al tempo che ha reiterato la frustrazione dell’impero statunitense, che pretende dominare Venezuela con la guerra finanziaria; “nel 2019 abbiamo dimostrato al mondo che siamo capaci di vincere qualunque circostanzia”, ha enfatizzato. 
 
Ha ratificato il suo riconoscimento dell’ANC e dei suoi poteri plenipotenziari, ai quali, ha assicurato di essere subordinato perché costituzionali. 
 
Durante la sua allocuzione, il capo di Stato venezuelano ha criticato che settori avversi alla Rivoluzione bolivariana cercassero di politicizzare la 164º processione della Divina Pastora, realizzata questo martedì in Barquisimeto, nello stato di Lara. 
 
“Ripudiamo il tentativo di politicizzare negativamente una processione che appartiene al popolo cristiano dello stato di Lara, rispetto per il popolo di Cristo”, ha esatto il mandatario. 
 
In questa opportunità, il presidente Maduro presenta per la sesta volta consecutiva la sua Memoria e Rendiconto dei risultati raggiunti dal governo bolivariano. 
 
L’articolo 237 della Costituzione stabilisce che nei primi dieci giorni seguenti all’installazione dell’Assemblea Nazionale, in sessioni ordinarie, il presidente presenterà ogni anno un messaggio nel quale renderà conto degli aspetti politici, economici, sociali ed amministrativi della sua gestione durante l’anno anteriore. 
 
Tuttavia, dovuto alla disobbedienza che mantiene il Parlamento nazionale, il capo di Stato emette per la terza volta la sua Memoria e Rendiconto davanti al Potere Plenipotenziario del paese. 
 
Ig/lrc 

 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE