sabato 13 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Governo statunitense minaccia gli emigranti della carovana con deportarli

Washington, 22 gen (Prensa Latina) Il Governo degli Stati Uniti ha avvisato oggi i membri di una carovana migratoria che se eludono i controlli delle autorità messicane ed arrivano in territorio statunitense saranno restituiti ai loro paesi. 

 
Essere membro di un gruppo grande, non offre nessun trattamento speciale né beneficio a quelli che partecipano, ha detto in una dichiarazione il segretario statunitense interino di Sicurezza Nazionale, Chad Wolf. 
 
Ha sottolineato che qualsiasi membro della carovana che arrivi alla frontiera tra gli Stati Uniti e Messico sarà processato e rimpatriato rapidamente. 
 
D’altra parte, Wolf ha riconosciuto il lavoro della vicina nazione per mantenere l’impegno di aumentare la sicurezza nella linea divisoria. 
 
A giudizio del titolare, gli sforzi della Guardia Nazionale del Messico ed altri funzionari sono stati effettivi per mantenere l’integrità in questa area, mentre continua il rifiuto alle politiche migratorie di Washington. 
 
Mediante i chiamati Protocolli di Protezione all’Emigrante, qualsiasi persona che realizzi un’avanzata illegale o inammissibile alla frontiera sudoccidentale degli Stati Uniti, indipendentemente dell’ubicazione di accesso, può essere restituito al Messico per aspettare i procedimenti giudiziali di immigrazione. 
 
Tale misura, come altre dell’amministrazione del presidente Donald Trump contro gli immigranti, riceve critiche a livello nazionale ed all’estero. 
 
Mi fido del successo continuo del programma per giudicare rapidamente casi meritori e prevenire reclami fraudolenti, ha segnalato Wolf in un comunicato all’inizio di questo anno. 
 
Dati ufficiali hanno precisato che fino ad allora, più di 56 mila immigranti sono restituiti al Messico per aspettare le loro udienze nelle corti statunitensi. 
 
Ig/dsa

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE