sabato 13 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Presidente del Venezuela fa un appello per consolidare la lotta

Caracas, 24 gen (Prensa Latina) Il presidente del Venezuela, Nicolas Maduro, ha fatto un appello oggi per consolidare una sola agenda mondiale di lotta e di mobilitazione permanente per unire le idee, lo spirito e la forza dei popoli. 

 
Durante la chiusura dell’Incontro Mondiale contro l’Imperialismo, dal Parque Los Caobos, in questa città, il capo di Stato ha spiegato che l’agenda deve abbordare le diverse problematiche suscitate attualmente nell’ambito internazionale, e tra queste, la lotta contro i governi egemonici. 
 
“Venezuela è oggi il centro della politica mondiale del governo degli Stati Uniti ed anche così, con tutto quello che hanno investito, non hanno potuto e né potranno fare nulla alla nazione bolivariana”, ha affermato il mandatario. 
 
Al rispetto, ha ricordato che ha giurato di essere leale al lascito del comandante Hugo Chavez (1954-2013) ed ha enfatizzato in che oggi la Rivoluzione è più forte che mai, mentre l’opposizione si trova ancora più divisa, sconfitta ed indebolita. 
 
Maduro ha dimostrato la sua solidarietà coi popoli del mondo che lottano per la pace, la giustizia e l’uguaglianza, mentre ha risaltato l’unione delle forze di sinistra. 
 
Ha manifestato inoltre tutto l’appoggio al popolo dell’Iraq nella sua battaglia per buttare fuori le truppe statunitensi dal territorio, ed ha fatto un appello agli organismi internazionali e di giustizia mondiale affinché cessino questi attacchi da parte del governo statunitense. 
 
Ha risaltato a sua volta il diritto dei popoli di vivere in un nuovo mondo dove non si impongano dottrine nella cultura, nella religione o nelle visioni ideologiche, ma che si ottenga la diversità culturale, politica e religiosa per il beneficio dell’umanità. 
 
Durante la chiusura dell’incontro antimperialista, il presidente venezuelano ha ricevuto l’Ordine Lenin, massima onorificenza del Partito Comunista della Federazione della Russia, e ringraziando ha espresso “il suo gran compromesso rivoluzionario per costruire il Socialismo Bolivariano del XXI secolo”. 
 
 
Ig/lrc  

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE