giovedì 25 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

In Cile condannano vandalismo contro monumento a vittime della dittatura

Santiago del Cile, 17 feb (Prensa Latina) L'Istituto Nazionale dei diritti umani (INDH) nella regione meridionale di Los Rios ha denunciato oggi un ennesimo attacco contro il “Memorial Estancilla”, monumento alle vittime della dittatura nella città di Valdivia. 

 
Il monumento è stato vandalizzato con scritte insultanti in varie occasioni nelle ultime settimane, e ieri è accaduta anche la distruzione completa di un mosaico ubicato ai piedi del memoriale. 
 
“L’INDH condanna la distruzione di questo spazio che rappresenta una misura di riparazione per le vittime della dittatura” ha segnalato Sebastian Smart, capo regionale dell’Istituto. 
 
Ubicato sul ponte Estancilla nella strada che unisce Valdivia con la località costiera di Niebla, il memoriale è stato inaugurato nel 1984 in ricordo di Rogelio Tapia de La Puente, Raul Barrientos Matamala e Juan Boncompte Andreu. 
 
I tre sono stati uccisi nel 1984 da agenti della dittatura durante la chiamata “Operacion Alfa Carbon” che ha anche rubato la vita di altre quattro persone in altre città del sud del Cile. 
 
Tra gli altri danni al monumento è stata inoltre cancellata una targa che ricordava i nomi delle vittime, e sfregiate le parti laterali del memoriale sulle quali si ergeva la parola “giustizia”. 
 
Negli ultimi mesi si sono prodotti con molta frequenza atti di vandalismo contro monumenti in omaggio alle vittime della dittatura di Augusto Pinochet (1973-1990), realizzati da gruppi di estrema destra. 
 
Sono anche stati vandalizzati nel Cimitero generale di Santiago del Cile, le tombe della famosa lottatrice comunista Gladys Marin, e dell’iconico cantautore Victor Jara, fatti che hanno generato una forte condanna nel mondo politico e sociale, cileno e straniero. 
 
Ig/rc 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE