sabato 20 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Respingono in Venezuela manovre destabilizzatrici degli USA

Caracas, 27 mar (Prensa Latina) Il controllore generale del Venezuela, Elvis Amoroso, ha respinto oggi le nuove manovre golpiste degli Stati Uniti e le loro false accuse contro funzionari del governo per supposti crimini di narcotraffico e terrorismo. 

 
D’accordo con Amoroso, questa nuova minaccia rappresenta un’offesa alla dignità del popolo; “gli Stati Uniti hanno un posizione genocida, terrorista ed estremista contro i venezuelani”, ha denunciato. 
 
Ieri, il pubblico ministero generale statunitense, William Barr, ha presentato accuse per supposti crimini di narcotraffico contro il presidente Nicolas Maduro, ed ha offerto 15 milioni di dollari di ricompensa per qualsiasi informazione che porti alla sua cattura. 
 
Al rispetto, il controllore generale venezuelano ha manifestato che queste accuse sono disoneste e vergognose, provenendo dal maggiore consumatore di cocaina del mondo, in alleanza con Colombia, il maggiore produttore. 
 
“Questi due governi hanno complottato per attaccare Venezuela perché combattiamo il traffico illecito di droga e non permettiamo che utilizzino il nostro territorio come ponte per il libero transito delle loro azioni criminali”, ha enfatizzato. 
 
Allo stesso modo, ha definito inaccettabile che il governo degli Stati Uniti, in mezzo ad una situazione di pandemia, si dedichi ad attaccare Venezuela invece di dedicare tempo e denaro per aiutare il suo popolo che riporta la maggiore quantità di casi di COVID-19. 
 
Amoroso inoltre ha criticato che un settore dell’opposizione si unisca alle azioni destabilizzatrici spinte dall’amministrazione statunitense di Donald Trump e dal presidente colombiano Ivan Duque, col fine di generare un golpe di Stato nel paese. 
 
Ig/lrc 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE