sabato 13 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Diaz-Canel consiglia ai senatori statunitensi di occuparsi della COVID-19

L'Avana, 19 giu (Prensa Latina) Il presidente cubano, Miguel Diaz-Canel, ha raccomandato ai senatori anti-cubani di occuparsi dei malati e dei morti per la pandemia di COVID-19 negli Stati Uniti. 

 
“Senatori anti-cubani insistono nel danneggiare #Cuba con nuovi progetti legislativi”, ha commentato il capo di Stato nel suo account di Twitter, riferendosi al tentativo di tre legislatori di punire i paesi che richiedano l’aiuto dei medici dell’isola. 
 
“Perché non si occupano dei più di 2 245 000 positivi e dei più di 120 000 morti per #COVID-19 che colpiscono il loro paese?”, si è interrogato il mandatario. 
 
Rick Scott, Marco Rubio e Ted Cruz hanno presentato questo mercoledì un disegno di legge chiamato “Fermare i Guadagni del Regime Cubano”, col quale sollecitano al Dipartimento di Stato che identifichi le nazioni riceventi delle missioni mediche come un fattore da tenere in conto redigendo la relazione sulla tratta di persone nel mondo. 
 
L’obiettivo dei tre senatori (Rubio e Cruz hanno genitori cubani) è frenare le entrate che Cuba riceve dalle sue missioni mediche che secondo loro è di circa 7000 milioni di dollari annuali. 
 
I promotori hanno affermato che i paesi che invitano i medici cubani saranno esenti dalle sanzioni a patto che depositino direttamente i salari ai professionisti, rendano pubblici i contratti e non realizzino pagamenti addizionali a Cuba per i loro lavori. 
 
Scott ha detto che Cuba “adesso utilizza la pandemia del coronavirus per ottenere profitti a scapito di questi medici” ed ha considerato che “qualunque paese che solleciti assistenza medica cubana sta appoggiando la tratta di persone”. 
 
Come parte del sollecito di diversi governi, la nazione caraibica ha inviato circa 3000 collaboratori in 28 paesi per affrontare la malattia causata dal coronavirus SARS-CoV-2. Inoltre, L’Avana conta su 28000 lavoratori della salute in 59 paesi. 
 
Ig/ro

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE