martedì 23 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Cuba manterrà la condizione di garante negli accordi di pace in Colombia

L'Avana, 9 lug (Prensa Latina) Cuba ha deciso di mantenere per il momento la sua condizione di garante degli accordi di pace tra il governo della Colombia e le FARC-EP, ha informato Rogelio Sierra, viceministro di Relazioni Estere. 

 
D’accordo con l’alto funzionario della cancelleria, la decisione risponde a numerosi solleciti di questo paese e della comunità internazionale sulla convenienza di continuare a svolgere il ruolo di garante dei processi di pace in quella nazione sud-americana. 
 
Tutti sanno, ha detto, che Cuba ha agito sempre con imparzialità, trasparenza, discrezione ed a sollecito di entrambe le parti, col proposito di aiutare all’anelito condiviso di una pace integrale in Colombia. 
 
Ha ricordato che la cancelleria dell’isola ha emesso il 4 giugno scorso una dichiarazione di rifiuto e di denuncia sulle azioni di manipolazione politica sul ruolo nel processo di pace in Colombia. 
 
Queste campagne, ha detto, hanno facilitato i pretesti per gli Stati Uniti per includere Cuba nella lista spuria dei paesi che non cooperano contro il terrorismo e la qualificazione, nella relazione annuale del Dipartimento di Stato, come “rifugio sicuro” per terroristi. 
 
Ha segnalato, inoltre, che dopo la rottura dei dialoghi con l’Esercito di Liberazione Nazionale della Colombia (ELN) a causa dell’attentato contro la Scuola dei Cadetti della Polizia di Bogotà, un’azione condannata opportunamente ed in forma pubblica da Cuba, il governo di Ivan Duque ha ignorato un Protocollo di Rottura previamente firmato per questi casi. 
 
Risulta contraddittorio che il governo della Colombia abbia riconosciuto in vari momenti il ruolo di Cuba nel processo con le FARC, e tuttavia ignori accordi sottoscritti col nostro paese, anche in questo caso in condizione di garante, nel processo di pace con l’ELN, ha concluso. 
 
Ig/evm  

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE