lunedì 15 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Sollecitano a Cuba che si combatta la COVID-19 da tutti i fronti

L'Avana, 29 lug (Prensa Latina) Il direttore nazionale di Epidemiologia di Cuba, Francisco Duran ha sollecitato oggi la cittadinanza a combattere la COVID-19 in maniera personale e collettiva per evitare un focolaio del virus SARS-CoV-2 nell'isola caraibica. 

 
Continuiamo a mettere in pericolo la situazione epidemiologica dovuto alle violazioni ed indiscipline che commettono le persone nel bel mezzo della pandemia, ha sottolineato Duran durante la conferenza stampa abituale nel Centro di Stampa Internazionale, ubicato in questa capitale. 
 
Tutti dobbiamo combattere la COVID-19 con un comportamento responsabile nella vita personale e lottare contro gli atteggiamenti negativi che si sviluppano nel nostro ambiente, chiunque può esigere al resto dei suoi simili che compiano le misure stabilite, ha orientato Duran, che è stato molto dispiaciuto per l’aumento dei casi attivi (146) nel paese dopo che si sono diagnosticati 33 nuovi casi positivi. 
 
Duran ha precisato che il totale dei malati di COVID-19 a Cuba è di 2588 da marzo, quando si è riscontrata la pandemia nell’isola. 
 
Degli ultimi 33 casi diagnosticati come positivi, tutti sono cubani, 19 donne e 14 uomini, di loro, 19 erano asintomatici al momento della prova. 
 
Ora il paese accumula 1425 cittadini che non avevano sintomi della malattia quando sono stati realizzati i test, ha puntualizzato il massimo responsabile dell’Igiene ed Epidemiologia nella maggiore delle Antille. 
 
Nella giornata non ci sono stati morti, e la cifra di decessi si mantiene in 87, ha detto lo specialista. 
 
La cifra dei guariti è arrivata a 2353, dopo che ieri è stata dimessa una persona, ha precisato Duran, che ha reso noto che risulta stabile l’unico paziente critico che riporta l’isola caraibica. 
 
Ig/joe 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE