giovedì 25 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Tribù siriane cominciano la resistenza attiva contro truppe statunitensi

Damasco, 10 ago (Prensa Latina) Varie tribù siriane hanno annunciato l'inizio della resistenza popolare armata contro le forze di occupazione degli Stati Uniti e la loro milizia Forze Democratiche di Siria (FDS). 

 
Le truppe statunitensi e la milizia mercenaria FDS hanno sorpassato tutte le linee commettendo crimini contro la patria e la società, ha indicato la tribù Akeidat in una dichiarazione emessa dopo una riunione dei suoi dignitari e notabili nella provincia orientale di Deir ez-Zor. 
 
Ha denunciato il saccheggio delle ricchezze naturali di Siria e l’assassinio di leader tribali, l’ultimo dei quali è stato quello del capo Mutashar al-Hafl. 
 
Abbiamo deciso di formare un consiglio politico della tribù, il cui compito è gestire i temi in coordinazione con le autorità dello Stato siriano, ha assicurato. 
 
La tribù, uno delle maggiori del paese, ha deciso inoltre di formare un esercito resistente che comincerà ad agire immediatamente in coordinazione con l’Esercito Arabo Siriano per ottenere la liberazione di tutto il territorio dalle occupazioni ed ha considerato le truppe statunitensi un bersaglio legittimo della resistenza. 
 
In questo senso, un autoconvoglio della FDS è stato attaccato con armi leggere e medie nella strada tra Hasakeh e Deir ez-Zor, fatto che ha causato la distruzione ed incendio di quattro veicoli. 
 
Inoltre, gli abitanti delle località di Tayana, Zeban, Huayeg e Shehel hanno espulso la milizia dai loro territori ed hanno issato la bandiera nazionale nelle sedi di istituzioni governative. 
 
Ig/fm

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE