domenica 21 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

I massacri in Colombia continuano ad aumentare

Bogotà, 28 set (Prensa Latina) Un nuovo massacro si è registrato oggi in Colombia, specificamente nel dipartimento di Cundinamarca, in questo modo le ondate di assassinati continuano in aumento in questo paese sud-americano. 

 
Secondo la notizia del colonnello della Polizia Javier Aya, tre giovani -due di questi fratelli – sono stati assassinati all’interno della loro casa nel municipio di Soacha, nel dipartimento colombiano di Cundinamarca. 
 
Un gruppo di uomini armati è entrato in casa, nel quartiere di Bellavista, ed ha aperto il fuoco, ha spiegato, prima di assicurare che si farà tutto il possibile per catturare i responsabili del massacro. 
 
Quattro anni dopo avere terminato la guerra civile con la firma degli storici Accordi di Pace, Colombia è immersa in una nuova ondata di violenza a grande scala. 
 
D’accordo con l’Istituto di Studi per lo Sviluppo e la Pace, solo nel 2020 si registrano 64 massacri nei quali hanno perso la vita 246 persone (compresi molti ex guerriglieri). 
 
I dipartimenti con maggiore quantità di massacri sono Antiochia, con 14, Cauca (nove) e Nariño (nove). 
 
Di fronte a questo incremento smisurato della violenza, molte voci si sollevano in Colombia per esigere maggiore azione al governo di Ivan Duque, che paradossalmente mantiene un atteggiamento passivo davanti alla scalata di assassinati. 
 
Recentemente, il sindaco di Bogotà, Claudia Lopez, ha criticato il Governo ed il presidente Duque. 
 
“Dov’è il Governo Nazionale? Contemplando impavido come si espande peggio che il coronavirus la pandemia di massacri di giovani umili? Dov’è un piano per offrir loro educazione, impiego ed opportunità? Dov’è il presidente più giovane che ha avuto Colombia?, ha scritto Lopez in Twitter. 
 
Ig/yas 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE