sabato 13 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Il Che vive nella diplomazia rivoluzionaria di Cuba, afferma il ministro degli esteri

L'Avana, 8 ott (Prensa Latina) Il guerrigliero Ernesto Guevara de la Serna, universalmente noto come il Che, vive in ogni azione di diplomazia rivoluzionaria, ha detto oggi Bruno Rodriguez Parrilla, ministro delle Relazioni Internazionali di Cuba.

Lo ha fatto sul social network Twitter, in occasione della commemorazione del 53 ° anniversario della cattura in combattimento e del successivo omicidio a La Higuera, in Bolivia, del medico, politico, giornalista e rivoluzionario argentino-cubano.

Attraverso la piattaforma virtuale, Bruno Rodriguez Parrilla ha evocato le parole che il leader della Rivoluzione cubana, Fidel Castro Ruz, ha espresso nella serata solenne in memoria del Comandante Ernesto Che Guevara, nella Plaza de la Revolucion di questa capitale, il 18 ottobre 1967.

Il Che “ci ha lasciato il suo pensiero rivoluzionario, ci ha lasciato le sue virtù rivoluzionarie, ci ha lasciato il suo carattere, la sua volontà, la sua tenacia, il suo spirito di lavoro”, ha scritto il cancelliere.

Ernesto Guevara, nato in Argentina il 14 giugno 1928, sbarcò a Cuba il 2 dicembre 1956, insieme a Fidel Castro ed ad altri 80 membri della spedizione dello yacht Granma, per iniziare una guerriglia che rese possibile la vittoria del 1 ° gennaio 1959.

Il Che ha svolto diverse funzioni nella Cuba rivoluzionaria, tra cui il presidente della Banca Nazionale e il ministro delle industrie, e nel 1959 ha fondato l’Agenzia di informazione latinoamericana Prensa Latina.

Nella seconda metà degli anni 60 ha combattuto in Congo e Bolivia, in quest’ultimo paese è stato catturato ed assassinato il 9 ottobre 1967 su istruzioni della CIA.

Ig/cgc

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE