giovedì 25 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

In Venezuela piangono la morte di Maradona

Caracas, 25 nov (Prensa Latina) Il presidente venezuelano Nicolás Maduro si è rammaricato oggi della morte dell'ex calciatore argentino Diego Armando Maradona, vittima di un arresto cardiaco all'età di 60 anni.

“Molta tristezza, la leggenda del calcio ci ha lasciato, fratello e amico incondizionato del Venezuela”, ha scritto il presidente sul social network Twitter.

“Caro e irriverente Pelusa, sarai sempre nel mio cuore e nei miei pensieri. Al momento non ho parole per esprimere quello che sento. Arrivederci, Pibe de América! ”, ha aggiunto il capo di stato sulla piattaforma di comunicazione.

A sua volta, il ministro degli Esteri del Venezuela, Jorge Arreaza, ha definito Maradona “il più grande del calcio ed un gigante dell’umanità, dei sogni e delle idee”.

“È stato un ribelle giusto. Ha assunto il suo talento infinito e le sue mancanze con un coraggio senza pari. Insorgente. Militante di speranza, uguaglianza e sorriso”, ha detto il capo della diplomazia venezuelana.

Molteplici personalità politiche e autorità della nazione sudamericana hanno elogiato l’eredità sportiva e l’attivismo politico di Maradona, che per anni ha sostenuto fermamente i movimenti progressisti nella regione.

Il governo argentino ha decretato tre giorni di lutto nazionale a partire da questo mercoledì per la morte dell’atleta ed allenatore, considerato da esperti e tifosi uno dei massimi esponenti della storia di questo sport.

Ig/wup

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE